• Back to Index 

  • Mailing list 
  • Contact Web Master 
  • Contact Editor 

  •  

    N. 6 – NOVEMBRE – DICEMBRE 2001


    Edizione italiana


    SOMMARIO


    DAL PRIORE GENERALE

    I MEMBRI DEL NUOVO CONSIGLIO GENERALE

    UN GRUPPO DI CARMELITANI IN VISITA A LITUANIA

    CELEBRAZIONI O.CARM - OCD DELLA CATALOGNA

    MASACCIO - LA PALA DELL'ALTARE DI PISA

    CORSI DI SPIRITUALITÀ E STORIA CARMELITANA
    Commissariato Provinciale delle Filippine;
    Provincia Indonesiana; Provincia Italiana

    P. BRIAN PITMAN, O.Carm. (1930-2001)

    IL CARDINALE MARTINI ALLA "LECTIO" IN TRASPONTINA

    EDITH STEIN ISPIRO' PIO XI CONTRO L'ANTISEMITISMO

    MONACHE CARMELITANE
    Guiguinto, Filippine;
    Dumaguete City, Filippine;
    Jaboticabal, Brasile;
    Machakos, Kenya;
    Porlamar (Isla Margarita), Venezuela;
    Vic (Barcellona), Spagna;
    Cabanatuan City, Filippine;
    Rizal, Filippine

    PUBBLICAZIONI CARMELITANE

    AGGIORNAMENTO DEGLI INDIRIZZI E NUMERI TELEFONICI

    VITA CARMELITANA

    MONACHE CARMELITANE NEL MONDO:
    Monastero dell'Incarnazione
    Indice generale dell'informazione pubblicata in CITOC

    UN MESSAGGIO DI RINGRAZIAMENTO


     

    Buon Natale e Felice Anno Nuovo
    a tutti i membri
    della Famiglia Carmelitana

     

    Natività - Giuseppe D'Arena 1633-1719 - Chiesa del Carmine, Valletta, Malta

    Appena gli angeli si furono allontanati per tornare al cielo, i pastori dicevano fra loro: "Andiamo fino a Betlemme, vediamo questo avvenimento che il Signore ci ha fatto conoscere". Andarono dunque senz'indugio e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, che giaceva nella mangiatoia. E dopo averlo visto, riferirono ciò che del bambino era stato detto loro. Tutti quelli che udirono, si stupirono delle cose che i pastori dicevano. Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditan-dole nel suo cuore. I pastori poi se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com'era stato detto loro. (Lc 2, 15-20)
     


     

    DAL PRIORE GENERALE

    Nell'ultima edizione di Citoc avete letto riguardo al Capitolo Generale. Mentre scrivo questa relazione mi trovo a metà del primo incontro plenario con il nuovo Consiglio Generale. È un tempo molto impegnativo perché durante questi incontri dobbiamo nominare vari religiosi e pianificare i prossimi sei anni. Certo, la parte più importante del nostro lavoro è di portare a termine il mandato del Capitolo Generale.

    Voi ricorderete che il tema del Capitolo Generale è stato "Il viaggio continua". L'idea portante di questo tema è stata quella di esaminare i metodi per tradurre la teoria contenuta nei nostri documenti ufficiali in realtà pratica. Abbiamo preso in considerazione i vari sforzi svolti nelle diverse parti dell'Ordine, dove una rilettura del nostro carisma ha dato vita a nuovi progetti. Ciò ha mostrato a noi l'esistenza di una grande vitalità nella tradizione carmelitana.

    Il Capitolo Generale ha affidato al nuovo Consiglio Generale l'incarico di prendere decisioni per iniziare un processo pratico nel rinnovamento della comunità. Le nostre Costituzioni parlano a fondo della vita comunitaria ma non è sempre facile mettere in pratica le idee in esse contenute. Perciò il Consiglio Generale cercherà di trovare vie che conducano a questo. La vita comunitaria è in se stessa un apostolato meraviglioso perché con la nostra vita nella comunità, semplice e fedele, portiamo testimonianza al mondo che l'amore di Cristo conquista tutto. Tante volte non siamo consci dell'impatto che lasciamo sulle altre persone attraverso il nostro modo di vivere insieme, ancor prima di aprire la nostra bocca per parlare. La vita comunitaria è un forte segno della verità del Vangelo, in particolare in questi tempi dove l'individualismo sta crescendo. In mezzo all'odio e alla guerra la nostra vocazione è quella di mettere amore così che troveremo amore.

    Il campo delle comunicazioni è stato un altro argomento importante del Capitolo Generale. Siamo consapevoli di come i metodi delle comunicazioni siano rapidamente cambiati. Mentre non desideriamo seguire ogni capriccio, abbiamo bisogno di essere presenti nel nuovo mondo e dare il nostro contributo. Il bollettino Citoc e il sito web dell'Ordine (www.ocarm.org) sono stati mezzi importanti per raggiungere molte persone e auguro che continueranno ad avvicinare i membri della Famiglia Carmelitana e ad informare altre persone della nostra spiritualità.

    Il Consiglio Generale sta elaborando il suo programma per i prossimi sei anni e spero che presto saremo in grado d'informare l'Ordine dei nostri progetti per eseguire il mandato e la visione del Capitolo Generale. Il viaggio continua!

    Il mio prossimo viaggio sarà in Brasile nel gennaio 2002, a Paranà, per il Capitolo del Commissariato e poi a São Paulo e Recife per i Capitoli Provinciali.

    Colgo l'occasione per augurare a tutti un felice e sereno Natale.

    P. Joseph Chalmers O.Carm.


    I MEMBRI DEL
    NUOVO CONSIGLIO GENERALE

    P. JOSEPH CHALMERS, Priore Generale

    Nato a Glasgow (Scozia) in Gran Bretagna il 5 aprile 1952, laureato in legge, è entrato nell'Ordine Carmelitano nel 1975. Ha compiuto i suoi studi filosofici e teologici, con specializzazione in Spiritualità, alla Pontificia Università Gregoriana (Roma). Nel 1981, un anno prima di conseguire la sua laurea e il merito Papal Gold Medal, è stato ordinato sacerdote in Glasgow dal Cardinale, Mons. Thomas Winning. Prima di essere eletto Priore Generale dell'Ordine per la prima volta nel 1995, P. Joseph copriva l'incarico di Priore Provinciale della Provincia Britannica della "Beata Vergine Maria Assunta". E-mail: jchalmers@ocarm.orgTel: 0646201833


    P. CARLO CICCONETTI, Vice Priore Generale

    P. Carlo (nome di battesimo: Mario) è nato a Pianella (Pescara), Italia, il 6 febbraio 1934. Ha emesso la Prima Professione il 13 ottobre 1951 e la Professione Solenne il 25 aprile 1955. E' stato ordinato Presbitero il 6 luglio 1958. Laureato in Utroque Jure alla Pontificia Università Lateranense con la tesi dottorale La Regola del Carmelo, Roma 1973. Abilitato come Avvocato Rotale nel 1973. Nel 1991 ha conseguito la Licenza in Teologia Spirituale alla Pontificia Università Gregoriana con una tesina sulla simbologia nella Regola del Carmelo. Durante la sua vita religiosa ha ricoperto vari uffici: Provinciale della Provincia Romana (1973-1979), Procuratore Generale (1979-1983), Consigliere Generale (1983-1989), Maestro dei Professi della Provincia Italiana (1991-1997) e al momento della elezione era Provinciale della Provincia Italiana (dal 1997). E-mail: pcarlo@pcn.net Tel: 0646201834

    P. ANTHONY SCERRI, Consigliere Generale per l'Asia, l'Africa e l'Australia

    Nato a Minia in Egitto il 1 gennaio 1931. Ha abbracciato l'Ordine nel 1951, dopo essere emigrato in Australia. Nel 1958 è stato ordinato sacerdote e successivamente si è laureato all'Università di Melbourne. I primi anni del suo ministero pastorale sono stati dedicati agli emigranti maltesi di Sydney e all'insegnamento nelle scuole. Negli anni settanta è andato in Indonesia dove ha vissuto e lavorato nel Nord Sumatra. Nel frattempo ha compiuto vari studi in Francia, in America e in Inghilterra. Prima di assumere l'ufficio di Consigliere Generale per la prima volta nel 1995, il P. A. Scerri occupava l'incarico di Vice Rettore dell'Università Cattolica di Medan, Indonesia. E-mail: ascerri@ocarm.orgTel: 0646201835

    P. CARLOS MESTERS, Consigliere Generale per America Latina

    Nato in Olanda il 20 ottobre 1931. Nel 1949, ancora studente nel seminario minore carmelitano, è partito, insieme ad altri sette compagni, per il Brasile allo scopo di diventare missionario. E' entrato nell’Ordine Carmelitano nel 1952. Ha svolto i suoi studi filosofici a São Paulo, Brasile. Dal 1954 al 1963, a Roma, nel Colleggio Internazionale Sant'Alberto e nell'Università San Tommaso (Angelicum), ha eseguito gli studi teologici, e nel Pontificio Istituto Biblico e in Gerusalemme nell’École Biblique, gli studi biblici. Tornato in Brasile nel 1963, è stato professore biblico nel seminario fino al 1973. Dal 1973 al 2001 ha lavorato nelle Comunità Ecclesiali di Base aiutando il popolo di Dio nella lettura e nella comprensione della Parola di Dio. P. Carlos è uno dei fondatori del Centro Ecumenico de Estudos Bíblicos, del quale è stato direttore dal 1977 al 1989. Dal 1987 è stato membro dell'equipe che ha elaborato il progetto Tua Palavra é Vida della Conferenza dei Religiosi del Brasile, che assiste la formazione biblica dei religiosi. Dal 1987 partecipa al INTERCAB, incontri intercamelitani del Brasile. E-mail: cmesters@ocarm.orgTel: 0646201844

    P. RAFAEL LEIVA SÁNCHEZ, Consigliere Generale per l'area Mediterranea

    Nato a Alcalá de los Gazules (Cádiz), Spagna, il 30 novembre 1942. E' entrato nell'Ordine nel 1954 e nel 1960 ha emesso la professione semplice. Nel 1968 è stato Ordinato Sacerdote da Mons. Telesforo Cioli, O.Carm. nel Colleggio Internazionale Sant'Alberto in Roma. Ha conseguito i suoi studi di filosofia a Osuna (Spagna) e ha ottenuto la laurea in teologia dogmatica dall'Università Gregoriana di Roma. Prima di essere eletto Consigliere Generale aveva l'incarico di Priore Provinciale della Provincia Betica (Spagna).
    E-mail: rleiva@ocarm.orgTel: 0646201846


    P. WILLIAM J. HARRY, Consigliere Generale per il Nord America e Centro-Nord Europa

    Nato a Louisville, Kentucky, Stati Uniti, il 31 agosto 1954. E' entrato nell'Ordine Carmelitano nel 1976 a Niagara Falls, Ontario, Canada, dopo aver completato gli studi universitari in storia, educazione e filosofia al Marquette University. Ha ottenuto un Baccalaureato in Teologia dalla Pontificia Università Gregoriana (Roma) e una Licenzia in Teologia con specializzazione in Spiritualità. Nel 1996 ha ottenuto il Dottorato in Pastorale con specializzazione in comunicazione. Dopo l'ordinazione sacerdotale nel 1983, P. William ha esercitato il suo ministero come insegnante e cappellano al Salpointe Catholic High School a Tucson, AZ (Stati Uniti) e come direttore e in seguito presidente del Carmel High School a Mundelein, IL (Stati Uniti) per 10 anni. Prima della sua nomina di Consigliere Generale, P. William è stato Commissario dalla Regione Occidentale della Provincia Americana PCM, Direttore Provinciale delle Vocazioni e redattore del notiziario provinciale Carmelite Review. E-mail: wharry@ocarm.org Tel: 0646201843

    P. JOSEF JANCÁR, Procuratore Generale

    Nato a Tesov, archidiocesi Olomouc (Moravia), Rep. Ceca, il 22 maggio 1951. E' entrato nell'Ordine Carmelitano segretamente durante il regime comunista mentre svolgeva i suoi studi nel seminario interdiocesano a Litomerice. Ha conseguito il magistero in teologia all'Università di Carlo a Praga. E' stato Ordinato Sacerdote il 25 giugno 1977 ad Olomouc. Giacché in quel tempo gli ordini religiosi erano soppressi e lavoravano solo in segreto, P. Josef ha ministrato ufficialmente come sacerdote diocesano nelle diverse parrocchie dell'archidiocesi di Olomouc. Dopo la caduta del regime comunista (1989) e il rinnovamento della vita religiosa, P. Josef è stato nominato Delegato Generale della Delegazione Boemia e Moravia. Dopo sei anni in carica, nel 1997, si è trasferito a Roma per specializzarsi in diritto canonico alla Pontificia Università Lateranense dove nel 1999 ha ottenuto la licenza ed in più il diploma in Iurisprudentia et Praxis I.V.C.S.V.A. presso la Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e Società di Vita Apostolica e in Praxis Administrativa Canonica presso la Congregazione per il Clero. Attualmente sta preparando la tesi dottorale col tema "Parrocchia affidata ai Religiosi". Prima della recente nomina, P. Josef ha completato il sessennio del P. Lucio Renna che nel 1999 è stato consacrato Vescovo di Avezzano. E-mail: jjancar@ocarm.org Tel: 0646201840

    P. JAMES DES LAURIERS, Economo Generale

    Nato a Detroit, Michigan e vissuto a Los Angeles, California (Stati Uniti) dove ha frequentato la Parrocchia Carmelitana di San Raffaele e il Mount Carmel High School. Membro della Provincia americana di Sant'Elia, ha emesso la Professione nel 1954 ed è stato Ordinato Sacerdote nel 1960. E' laureato dalla St. Bonaventure University e Iona College a New York e Whitefriars Hall, Washington, DC. Ha iniziato il suo ministero nello Zimbabwe, Africa. In seguito ha prestato il suo servizio nella Provincia di Sant'Elia come Direttore della Formazione, Priore Provinciale, Direttore del Santuario Nazionale di Nostra Signora del Monte Carmelo e Direttore per lo Sviluppo della Provincia. Durante gli ultimi due anni ha esercitato il suo ministero nella Provincia di Australia. E-mail: jdelaurier@ocarm.orgTel: 0646201838
     

    UN GRUPPO DI CARMELITANI
    IN VISITA A LITUANIA

    Il 9 luglio 2001, cinque frati carmelitani dalla Regione Nord Europea, accompagnati dal P. Míceál O'Neill (Hib), si sono recati a Linkuva, nel convento che una volta apparteneva ai Carmelitani, per celebrare il triduo della Madonna del Carmine nella diocesi di Siauliai in Lituania.

    La visita dei frati è stata piena di tanti momenti significativi. La gente lituana ama cantare, e ogni volta che si radunavano per la preghiera le loro melodie riempivano la chiesa ed il convento con tanta gioia. Durante la prima settimana, come gesto di apertura, i frati sono andati in due, accompagnati da un traduttore, per visitare la gente della parrocchia. Hanno incontrato persone che sono state imprigionate durante il regime sovietico a causa della loro fede e perché erano lituani e non un clone sovietico. La gente è stata molto contenta di accogliere i frati nelle loro case. I Carmelitani formano parte della loro storia e sembra che li vogliano anche per il futuro. Molte delle case visitate erano veramente povere. Alcune non avevano né mobili né pavimenti. Malgrado ciò i frati sono stati ricevuti con dignità e gentilezza, ed i padroni delle case sono stati generosi nel condividere quanto avevano.

    La festa della Madonna del Carmine è stata celebrata il 15 luglio. A Linkuva questa ricorrenza è una occasione per grandi celebrazioni, con molte famiglie che invitano e accolgono nelle loro case parenti che vengono da tutto il paese. La celebrazione della S. Messa e il corteo con il SS. Sacramento sono state presiedute dal vescovo di Siauliai. I Carmelitani hanno colto l'occasione per spiegare ai parrocchiani il significato di questa festa e a incorporare nella Famiglia Carmelitana circa 500 fedeli con l'imposizione dello Scapolare del Carmine. Il giorno si è concluso con un pellegrinaggio alla "Collina delle Croci" che si trova fuori la città di Siauliai. Questo luogo era il centro della resistenza cattolica contro il regime sovietico. Consiste in una piccola collina piena di croci piantate nella terra. Durante l'occupazione sovietica molta gente andava lì per lasciare la sua croce. Era un segno che la fede non può essere imprigionata. I sovietici hanno tentato tante volte di sradicare la collina, ma la gente ha continuato a ritornarci malgrado le difficoltà. Giovanni Paolo II ha piantato la propria croce sulla collina quando nel 1993 ha visitato la Lituania. Lasciata Linkuva i pellegrini carmelitani si sono trovati a Pastova per celebrare la Solennità del Profeta Elia con le suore Carmelitane Scalze. Durante la loro permanenza hanno visitato anche Vilnius e Kaunas, due città ricche di storia.

    I Carmelitani che hanno percorso questo pellegrinaggio sentono che il popolo li vuole nel loro paese. Sarebbe opportuno che il prossimo anno un gruppo di Carmelitani ritornasse in Lituania per vivere con la gente la vita carmelitana. Sembra che già esista un gruppo di giovani desiderosi di conoscere meglio il Carmelo. Uno di loro trascorrerà alcuni giorni nella Provincia Germania Superiore per una esperienza diretta.
     

    CELEBRAZIONI O.CARM - OCD
    DELLA CATALOGNA

    I Carmelitani O.Carm-OCD della Catalogna hanno celebrato unitamente il 750° anniversario del dono dello Scapolare. Insieme hanno preparato posters, trittici sulla storia e spiritualità del Carmelo ed immagini commemorative, come anche l'edizione catalana della lettera del Papa ai Carmelitani. I religiosi ed i fedeli di tutte le diocesi e le famiglie carmelitane della Catalogna sono stati invitati, tramite una lettera dei due Provinciali, alle celebrazioni centenarie che hanno avuto il loro culmine nella solennità del 16 luglio.

    Circa 40 frati O.Carm-OCD si sono riuniti nel giorno di pasquetta nei conventi di Terrassa e di Matadepera, cittadine vicine a Barcellona, per celebrare l'Eucaristia e condividere un pranzo festivo e fraterno sotto lo sguardo amoroso della Madre del Carmelo che ha dato all'incontro un alto grado di comunione.

    In altre due occasioni ha visto numerosi religiosi e fedeli della Famiglia del Carmelo riuniti per ringraziare la Madonna del Carmine per il dono dello Scapolare con la celebrazione dell'Eucaristia, presieduta dai due Provinciali, P. Manuel Bonilla e P. Josep Castellà, e concelebrata da numerosi religiosi. La prima celebrazione, nel giorno del Profeta Sant'Elia, ha avuto luogo nella chiesa parrocchiale di Santa Joaquima de Vedruna di Barcellona. La seconda commemorazione, nel giorno di Santa Teresa d'Avila, è stata celebrata nella chiesa dei Carmelitani Scalzi, anch'essa a Barcellona. Nelle due occasioni hanno partecipato varie congregazioni di suore carmelitane, terziari, membri delle confraternite e numerosi devoti della Madonna del Carmine.
     

    MASACCIO
    LA PALA DELL'ALTARE DI PISA

    Dal 12 settembre all'11 novembre 2001 è stata tenuta nella Galleria Nazionale di Londra un'esposizione su "Masaccio - La pala dell'altare di Pisa". Masaccio è meglio ricordato per il suo lavoro nella Cappella Brancacci nella nostra chiesa di Firenze che compì nel 1426. Nonostante questo lavoro non fu mai completato a causa della sua partenza in Ungeria, probabilmente la comunità carmelitana di Firenze lo raccomandò alla comunità in Santa Maria del Carmine di Pisa.

    Il pittore fiorentino Tommaso di Giovanni, noto come Masaccio (1401 - 1428), era uno dei più importanti pittori del quindicesimo secolo. Fu influenzato da Giotto (1266/7 - 1337) e lui ispirò Michelangelo (1475 - 1565). Masaccio è considerato una delle prime figure del Rinascimento italiano. L'esposizione della Galleria Nazionale è stata una parte del riconoscimento reso a Masaccio in occasione del VI° centenario dalla sua nascita.

    Il quadro della Vergine e il Bambino esposto nella Galle-ria Nazionale è stato il pannello centrale della fila princi-pale nella pala dell'altare di Pisa, che fu commissionata per la cappella sepolcrale della famiglia di Giuliano degli Scarsi. Il dipinto rappresenta la Vergine e il Bambino seduti su un trono monumentale di pietra grigia con colonne classiche. Nel panello principale il Bambino succhia le dita della mano destra mentre con l'altra prende l'uva dalla Vergine. Due angeli, seduti ai piedi del trono, suonano il liuto, mentre altri due sono inginocchiati su ambo i lati.

    Probabilmente la pala dell'altare fu disgregata verso il 1590 quando la chiesa di Santa Maria del Carmine venne ristrutturata ed il resto della fila principale fu perduto. Ci sono ancora undici pannelli in diverse gallerie del mondo. Dopo il 1590 questa esposizione è stata l'unica occasione che ha riunito insieme tutti i pannelli. Due di loro rappresentano santi carmelitani: Pier Tommaso e Alberto di Sicilia.
     

    CORSI DI SPIRITUALITÀ E
    STORIA CARMELITANA

    Durante quest'anno il Commissariato Provinciale delle Filippine ha organizzato due corsi di spiritualità carmelitana.
    Il primo corso, di tre giorni sulla spiritualità mariana in occasione del 750° anniversario dello Scapolare, ha avuto il seguente svolgimento. Il secondo corso, organizzato dal Centro di Spiritualità di Manila insieme all'Istituto Tito Brandsma di Nimega, ha avuto luogo dal 31 luglio al 4 agosto 2001. Tutti gli argomenti vertevano sull'essenza della spiritualità e sulla relazione tra la spiritualità cristiana e la spiritualità delle altre grandi religioni asiatiche. Il corso ha trattato in particolare i seguenti argomenti: Il Centro di Spiritualità dei Carmelitani filippini ha lo scopo di promuovere studi e ricerche in spiritualità dalla prospettiva filippino-asiatica, di incentivare il dialogo inter-religioso ed essere un centro di rinnovamento carmelitano in Asia. In occasione del 750° anniversario dello Scapolare, i religiosi della Regione Orientale (Maumere, Flores) hanno tenuto dal 15 al 18 agosto 2001, con l'auspicio dell'Istituto Carmelitano della Provincia, alcuni giorni di studio col tema generale "Insieme a Maria: Cercare e trovare Gesù". È interessante notare che questo incontro di studio è stato il terzo appuntamento dell'anno al quale hanno partecipato membri della Famiglia Carmelitana O.Carm - OCD. Erano presenti circa 90 persone tra sacerdoti e fratelli, suore e laici. Insieme hanno testimoniato ciò che dice il Salmo, "Come è bello e buono che i fratelli vivono insieme" (133:1). A partire dal 24 settembre 2001, presso la sede dell’Istituto S. Pier Tommaso (Roma) della Provincia Italiana, ha avuto inizio il 3° anno accademico del corso di storia e spiritualità carmelitana riconosciuto dalla Pontificia Facoltà Teologica Marianum di Roma. Il corso, ciclico, si articola in tre anni di tre settimane ciascuno per cinque giorni effettivi di lezione.

    Il programma di quest'anno accademico è articolato come segue.
    1° settimana dal 24 al 28 settembre 2001:

    2° Settimana dal 1 al 5 ottobre 2001: 3° Settimana dal 2 al 5 gennaio 2002: Il corso intende offrire una sufficiente conoscenza di base della storia e della spiritualità carmelitana. Oltre alla presentazione del quadro storico generale, si darà la possibilità di accostare direttamente i testi principali della tradizione carmelitana, della quale si studierà l’evoluzione di alcuni aspetti maggiori della spiritualità: le figure ispiranti di Elia e Maria, la liturgia e le modalità di inculturazione del carisma. Il corso, obbligatorio per gli studenti professi della Provincia Italiana, è aperto a religiosi e laici interessati.
     

    P. BRIAN PITMAN, O.Carm.
    (1930-2001)

    P. Brian nacque il 7 febbraio 1930 a Perth in Australia. Da giovane il suo grande desiderio era quello di diventare missionario. Con questo ideale in testa si trasferì dal seminario diocesano ad una congregazione missionaria. Più tardi, il suo amore per Maria divenne così importante nella sua vita che decise di abbracciare l'ideale del Carmelo. Entrò nell'Ordine Carmelitano nel 1949 e l'anno successivo, il 1 marzo 1950, professo semplice. Due anni dopo fu inviato a Roma per proseguire nei suoi studi nel Collegio Internazionale Sant'Alberto. Rimase a Roma fino al 1959. Durante il suo soggiorno a Roma, oltre agli studi teologici consegui la licenzia e la laurea in filosofia. Fu ordinato sacerdote ad Aylesford in Inghilterra il 17 luglio 1955.

    Nel 1959 P. Brian ritornò in Australia come insegnante nel seminario carmelitano di Donvale, dove insegnò per ben ventuno anni, fino al 1979. Successivamente si trasferì a Hilton, Perth e poi a Mount Lawley, dove combinò la riflessione teologica con il ministero pastorale di cappellano all'Università di Murdoch e all'Ospedale di Sant'Anna. Dopo molti anni di lavoro in Australia, nel 1994 P. Brian fu stato nominato Segretario Generale per la lingua inglese nella Curia Generalizia a Roma, dove malgrado la sua avanzata età impegnò nel suo lavoro con grande dedizione. Ritornò in Australia l'anno successivo dopo il Capitolo Generale 1995.

    Durante la sua vita il P. Brian è stato apprezzato sia per le sue capacità, che come professore a Maranatha e per poco tempo a Notre Dama and St. Charles Seminary. Durante questi ultimi anni P. Brian è stato ricoverato al Foley Village, una casa per anziani a Hamilton Hill. E' deceduto il 15 settembre 2001.
     

    IL CARDINALE MARTINI
    ALLA "LECTIO" IN TRASPONTINA

    Il 26 ottobre 2001, la chiesa carmelitana di Santa Maria in Traspontina (Roma), piena di fedeli, ha accolto un maestro d’eccezione, come il card. Carlo Maria Martini, arcivescovo di Milano, alla partecipazione della lectio divina che – sotto la guida del P. Bruno Secondin – si svolge ogni quindici giorni da sei anni ormai. Si trattava del 50° incontro della serie.

    Per esplicito desiderio del cardinale Martini, l’esperienza si è svolta come di consueto, con i canti e il ritmo già collaudato: e all’interno dello stile generale, al momento della condivisione, egli ha offerto la propria riflessione spirituale. Si è trattato di una breve esegesi del testo meditato (Sir 35, 9-18), ma anche di una pressante esortazione a continuare in questo cammino di "lettura orante della Parola". Senza una seria familiarità con la Parola e una assimilazione della sua ispirazione per la vita, ha detto Martini, non si costruisce una vera esistenza cristiana. E la sua partecipazione attenta, orante, senza particolari distinzioni, mostrava che anche per lui questo incontro era momento di vera preghiera e di intensa comunione.

    L’esperienza di questi anni, guidata sempre da P. Secondin, ha avuto una certa risonanza sia attraverso la pubblicazione di un grande poster a colori sulla Lectio, che attraverso la pubblicazione di un libro intitolato: La lettura orante della Parola, Padova 2001, che raccoglie alcune delle lectio già fatte. Fra breve apparirà un secondo volume con un’altra trentina di testi di lectio. E’ prevista anche la traduzione sia del poster che del libro in altre lingue. Si consolida così una capacità dei carmelitani ad aprire nuove vie di animazione pastorale e spirituale in conformità con la tradizione e in relazione con le nuove correnti spirituali.
     

    EDITH STEIN ISPIRO'
    PIO XI CONTRO L'ANTISEMITISMO

    Il network radio-televisivo italiano Sat 2000, in un programma intitolato "L'arte di vivere: il secolo del martirio" ha reso noto che Edith Stein, la filosofa e convertita monaca carmelitana, durante la sua vita scrisse una lettera al Pontefice Pio XI, per attirare l'attenzione sulle persecuzioni razziali da parte dei Nazisti.

    Secondo il documentario nella lettera la Stein previde con grande anticipazione tutte le conseguenze negative della furia hitleriana. I produttori del programma hanno affermato che Pio XI ordinò al Segretariato di Stato Vaticano di ringraziare la famiglia Stein e di inviare la sua benedizione. I produttori hanno anche addotto varie ragioni per dimostrare che le parole della carmelitana siano state decisive nel messaggio del Papa "Mit brennender Sorge" scritto il 14 marzo 1937 contro l'antisemitismo nella Germania di Hitler. E' stato detto che la lettera della Stein è conservata nell'archivio del Vaticano e non è stata mai pubblicata.

    Edith Stein, nel Carmelo Teresa Benedetta della Croce, nacque da una famiglia ebrea a Breslau, Germania (oggi Broklaw, Polonia) nel 1891. Morì in una camera a gas nel campo di concentramento di Auschwitz il 9 agosto 1942 e canonizzata da Giovanni Paolo II in ottobre del 1998.
     

    MONACHE CARMELITANE

    Il 18 giugno 2001 nel monastero della Sacra Famiglia sono state tenute le elezioni triennali della comunità alla presenza del vescovo di Malolos, Mons. Rolando Tria Tirona. Sono state scelte al servizio della comunità:
    Priora: Sr. Ma. Leticia de la Cruz Girón
    Consigliera: Sr. Ma. Inmaculada Rodríguez
    Consigliera: Sr. Corazón de María Sardinas
    Consigliera e Maestra delle Novizie: Sr. Ma. Rescelia García
    Consigliera: Sr. Ma. de Cristo Rey Cruz
    Economa: Sr. Mary Geraldine Hilario
    Sacristana: Sr. Mary Ann Inosanto Il 24 giugno 2001 la comunità del monastero di Dumaguete ha celebrato il capitolo elettivo con il seguente risultato:
    Priora e Maestra delle Novizie: Sr. Ma. del Roasrio Somoza
    Consigliera: Sr. Ma. Angélica Verdugo
    Consigliera: Sr.Ma. Lourdes Comendador
    Consigliera: Sr. Ma. Teresa Mamigo
    Consigliera: Sr. Ma. Melba Bruno
    Economa: Sr. Ma. Concepción Adanza
    Sacristana: Sr. Ma. Fe Mayagma Il monastero "Flos Carmeli" ha celebrato il capitolo elettivo il 22 luglio 2001. Alla presenza del P. Paulo Gollarte, Provinciale, sono state elette:
    Priora, Economa e Sacristana: Sr. Maria do Carmo Silveira Moraes
    Consigliera e Maestra delle Novizie: Sr. Francisca Marlene Rocha
    Consigliera: Sr. Teresinha Ueda (Momoé Ueda) Il 16 luglio 2001 è stata benedetta dal vescovo di Machakos, Mons. Urbanus Kioko, la prima pietra del nuovo monastero di Nostra Signora del Monte Carmelo. Presenti a questa semplice ma significativa cerimonia per il Carmelo africano sono stati l'Ambasciatore per la Spagna e la sua consorte, il segretario del Nunzio Apostolico per il Kenya, una ventina di sacerdoti provenienti della diocesi di Machakos e d'intorni, e circa 200 fedeli.

    Durante gli ultimi due anni, e fino a quando non sarà pronto il nuovo monastero, le monache alloggeranno in una casa provvisoria offerta dal vescovo locale. In questa casa mancano tante necessità per una comunità claustrale ed è molto piccola per il numero crescente delle vocazioni. Attualmente ci sono cinque monache professe solenni, due spagnole (Sr. Maragarita e Sr. Magdalena) e tre keniote (Sr. Winifred, Sr. Christine e Sr. Grace), due postulanti ed un'aspirante. La costruzione del nuovo monastero avverrà in varie fasi e procederà secondo i fondi disponibili. Quanti vogliono contribuire a questo progetto possono contattare P. Anthony Scerri o qualunque altro Consigliere Generale alla Curia.

    Il 24 luglio 2001 il vescovo della diocesi dell'Isla Margarita, Mons. Rafael Conde, ha presieduto il capitolo elettivo della comunità del Carmelo dell'Assunzione. Sono state elette:
    Priora: Sr. Norma del Carmen Sánchez
    Consigliera e Economa: Sr. Ana Ma. Violeta Pereira
    Consigliera: Sr. Carmen Luisa Sotillo
    Maestra delle Novizie: Sr. Ma. Marlene López
    Sacristana: Sr. Rosa Ma. Pérez Nel monastero della Presentazione di Maria Santissima, il 1 agosto 2001, il Rev. Juan Casas ha presieduto le elezioni elettive della comunità con il seguente risultato.
    Priora: Sr. Ma. Estrella Lavado Chavero
    Consigliera e Economa: Sr. Ma. Francisca Donada Sitjar
    Consigliera: Sr. Ma. Rosa Pujol Cruells Il 17 agosto 2001 il Carmelo di Nostra Signora di Nazaret ha tenuto le elezioni triennali. L'elezione della priora, presieduta da Mons. Sofio G. Balce, è stata seguita dalle elezioni degli altri uffici.
    Priora: Sr. Ma. Leoncia de Jesús Sampana
    Consigliera e Economa: Sr. Ma. Bernardita de Jesús Blanco
    Consigliera e Sacristana: Sr. Ma. Herminia de Jesús de la Cruz
    Consigliera e Maestra delle Novizie: Sr. Ma. Dorotea of the Soul of Christ Santiago
    Consigliera: Sr. Ma. Cristina of the Divine Mercy Gadrinab In occasione del 750° anniversario dal dono dello Scapolare del Carmine, la Federazione delle monache carmelitane ha recentemente fondato il sesto monastero nelle Filippine. Il 3 novembre 2001, Mons. Sofio G. Balce, vescovo della diocesi di Cabanatuan, ha presieduto l'eucaristia prima della partenza delle nove monache. La celebrazione della benedizione ed inaugurazione del nuovo monastero si è svolta nella mattinata dell'11 novembre 2001. Il monastero "Carmel of Mary Star of the Sea" si trova a Tanay, Rizal.
     

    PUBBLICAZIONI CARMELITANE

    Libri:

    ABELA, Samwel, O.Carm.,
    Esperjenza fi Franza, Kunvent tal-Karmnu, Mdina, 2001, pp. 48. (E-mail: carmmlt@mail.global.net.mt)

    BOAGA, Emanuele, O.Carm.,
    The Lady of the Place - Mary in the history and in the life of Carmel, Edizioni Carmelitane, Roma, 2001, pp. 224. (E-mail: edizioni@ocarm.org)

    BOAGA, Emanuele, O.Carm.,
    L'Institutum Carmelitanum - Attività scientifica, divulgativa ed editoriale - Dal 1951 al 2001, Edizioni Carmelitane, Roma, 2001, pp. 21. (E-mail: edizioni@ocarm.org). Ricorre quest'anno 2001 il cinquantesimo della fondazione dell'Institutum Carmelitanum, voluto dal Priore Generale P. Kiliano Lynch con lo scopo di promuovere gli studi di storia, mariologia e vita spirituale 'in re carmelitana". Come ricordo del suo 50° anno di vita l'Institutum dedica a tutti i confratelli e consorelle dell'Ordine e agli studiosi che ad esso si rivolgono nelle loro ricerche questo opuscolo informativo, che descrive brevemente il cammino percorso e offre altre informazioni sulle sue molteplici attività.

    BORG GUSMAN, P. Valentin, O.Carm.,
    Is-Serva ta' Alla Madre M. Crocifissa Curcio, Sorijiet Karmelitani, Kercem, 2001, pp. 38. (E-mail: carm.miss.stbg@mclink.it)

    CASTORO, Eliseo, O.Carm.,
    Esistenza in preghiera sulle orme di Kierkegaard, Piemme, Casale Monferrato (AL), 2001, pp. 206. (E-mail: castelis@libero.it)

    CASTRO COTTA, Camélia Augusta de, ICDP,
    Il silenzio nella vita carmelitana, (Orizzonti: Approccio dinamico al carisma del Carmelo - N. 13), Centro Stampa Carmelitano, Roma, 2001, pp. 128. (E-mail: carmel@mclink.it)

    CENTRO CARMELITANO INTERNAZIONALE D'INFORMAZIONE (CITOC)
    I Carmelitani - The Carmelites - Los Carmelitas - Ordo Karmel - Die Karmeliten - Les Carmes - De Karmelorde - Els Carmelites - Il-Karmelitani, Edizioni Carmelitane, Roma, 2001, pp. 40. (E-Mail: edizioni@ocarm.org / citoc@ocarm.org). E' una attraente pubblicazione ricca di fotografie e d'informazione sulla Famiglia Carmelitana: la sua vocazione, presenza nel mondo e formazione. Lo scopo principale di questa stampa è di presentare ai lettori una visione generale della missione e realtà della nostra famiglia. E' disponibile in italiano, inglese, spagnolo, maltese, olandese, francese, indonesiano, catalano, tedesco. Sono in preparazione le edizioni polacca e portoghese.

    CERA, Mariano, Carmelitano,
    La preghiera nel Carmelo, (Orizzonti: Approccio dinamico al carisma del Carmelo - N. 11), Centro Stampa Carmelitano, Roma, 2001, pp. 134. (E-mail: carmel@mclink.it)

    CILIA, Anthony, O.Carm.,
    Iconographia Carmelitana: La Madonna dello Scapolare - La Virgen del Escapolario - Our Lady of the Scapular, Editrice Pisani, Isola del Liri (FR), 2001, pp. 100. (E-mail: acilia@ocarm.org). Questo volume, pubblicato in occasione dell'Anno Mariano dal Centrum Informationis Totius Ordinis Carmelitarum (CITOC), è un accompagnamento al CD-Rom di Iconographia Carmelitana varato alcuni mesi fa. Si tratta di un volume corredato di un centinaio di illustrazioni di statue artistiche della Madonna del Carmine di origini internazionali. E' un sussidio in più per promuovere la devozione alla Madonna del Carmine, ammirare la bellezza dell'arte carmelitana e nello stesso tempo rendere omaggio ai numerosi artisti che hanno espresso il loro genio con grande capacità.

    DONAIRE, José, O.Carm.,
    Constructor de sí mismo, Ediciones Trípode, Caracas, 2000, pp. 232. (E-mail: carmelo@cantv.net)

    Fraternità Carmelitana di Pozzo di Gotto,
    Crescere come fratelli, (Orizzonti: Approccio dinamico al carisma del Carmelo - N. 9), Centro Stampa Carmelitano, Roma, 2001, pp. 80. (E-mail: carmel@mclink.it)

    Il-Familja Missjunarja Donum Dei,
    (Trad: P. Samwel Abela, O.Carm.), [Kunvent tal-Karmnu, Mdina, 2001], pp.22. (E-mail: carmmlt@mail.global.net.mt)

    JOANNES PAULUS II,
    Lettre de Sa Sainteté Jean-Paul II pour l'Année Mariale Carmélitaine; List ojca Swietego Jana Pawla II na Rok Maryjny Karmelitanki; Vatican, 25 March 2001, pp. 7. (E-mail: edizioni@ocarm.org)

    LÓPEZ MELÚS, Rafael M., O.Carm.,
    Nuestra Dulcísima Madre - La Virgen María en la vida y escritos de la beata Maravillas de Jesús, Edibesa, Madrid, 2001, pp. 326. (E-mail: vcarmeno@planalfa.es)

    Meditar dia e noite na lei do Senhor,
    Centro da Família Carmelita, Lisboa, 2001, pp. 38. (E-mail: pbdsilva@hotmail.com)

    MESTERS, Carlos, O.Carm.,
    Far ardere il cuore, (Orizzonti: Approccio dinamico al carisma del Carmelo - N. 10), Centro Stampa Carmelitano, Roma, 2001, pp. 136. (E-mail: carmel@mclink.it)

    Monastero Carmelitane Scalze di Concenedo (Italia),
    Della stirpe di Aronne - Hermann Cohen - Painista e Carmelitano,Ed. Mimep-Docete - Padri Carmelitani [Scalzi], Milano, 2000, pp. 240. (E-mail: mimep@mailcoop.net)

    Monastero Carmelitane Scalze di Concenedo (Italia),
    Gli occhi del cuore: la Presenza di Dio,Ed. Mimep-Docete - Padri Carmelitani [Scalzi], Milano, 2000, pp. 192. (E-mail: mimep@mailcoop.net)

    Monastero Carmelitane Scalze di Legnano (Italia),
    Teresa de Jesús,Ed. Mimep-Docete - Padri Carmelitani [Scalzi], Milano, 2000, pp. 223. (E-mail: mimep@mailcoop.net)

    O'DONNELL, Christopher, O.Carm.,
    L'amore nel cuore della Chiesa - La missione di Teresa di Lisieux (Titolo originale: Love in the heart of the Church), Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano, 2001, pp. 256. (E-mail: bibl.gen.cisa@ocarm.org). P. Christopher, docente al Milltown Institute di Dublino, affronta un tema proposto nella teologia corrente soprattutto da Karl Rahner e Hans Urs von Balthasar: l'importante contri-buto apportato alla teologia dalla spiritualità, particolarmente dalle vite e dagli scritti dei santi. Questo libro, scritto per il centenario da un esperto in ecclesiologia, esamina ciò che Teresa può offrire alla teologia contemporanea della Chiesa. Laddove la percezione è spesso negativa, l'auto identità di Teresa come "amore nel cuore della Chiesa" può costituire una focalizzazione per un'ecclesiologia rinnovata. Dopo aver passato in rassegna, in una sintesi centenaria, i vari volti della santa in questo secolo, P. O'Donnell esamina varie intuizioni di Teresa quali la comunione del santi, i carismi, la concretezza della carità, l'intercessione, la sofferenza, le missioni, i sacerdoti, la fede, il purgatorio, il martirio, i santi e Maria. L'autore ritiene che il modo in cui Teresa ha sviluppato questi e altri temi sia oggi particolarmente significativo per una visione rinnovata e vitale della Chiesa. (La pubblicazione costa L. 30.000 / € 15,49. Chi vuole acquistarla allo sconto del 30% è pregato di rivolgersi a P. Edmondo Caruana, O.Carm., E-Mail: bibl.gen.cisa@ocarm.org; Tel: (+39) 0668100899; Fax: (+39) 0668307200).

    O'DONNELL, Christopher, O.Carm.,
    Prayer: Insights from St. Thérèse of Lisieux, Veritas, Dublin, 2001, pp. 126. (E-mail: chrisodonnell@terenure.iol.ie). Sebbene tutti gli studiosi scrivano o parlino di Santa Teresa sono consapevoli che della sua preghiera, ancora non esista uno studio completo sul tema. Questo libro tenta di presentare il pensiero di Santa Teresa sulla preghiera in un duplice sfondo: quello di una spiritualità carmelitana e di una vita monacale nel Carmelo di Lisieux. P. Christopher tratta per primo l'ambiente carmelitano della sua preghiera e la vita di preghiera del suo monastero, e poi affronta i suoi pensieri sull'Eucaristia, la Liturgia delle Ore, la preghiera mentale e vocale, e le preghiere formulate da lei. La pubblicazione si conclude con una considerazione sul ruolo di Santa Teresa come una guida nella preghiera per la Chiesa d'oggi.

    PATRICK, F.,
    Talb u Liturgija,(Trad: P. Samwel Abela, O.Carm.), [Kunvent tal-Karmnu, Mdina, 2001], pp. 20. (E-mail: carmmlt@mail.global.net.mt)

    PIDYARTO GUNAWAN, H., O.Carm.,
    Umat Bertanya, Romo Pid Menjawab, (Rubrik Konsultasi Iman 1, 2, 3, 4, 5, 6), Penerbit Kanisius, Yogyakarta, 2000-2001, pp. 110-170. (E-mail: hpurwanto@mailcity.com)

    POSSANZINI, Stefano, O.Carm.,
    Padre Angiolo Paoli, Carmelitano - Apostolo dei poveri e dei malati, Comitato Venerabile Padre Angelo Paoli, Massa Carrara, 2001, pp. 222. (E-mail: cisa@ocarm.org)

    SECONDIN, Bruno, O.Carm.,
    La lettura orante della Parola. "Lectio divina" in comunità e in parrocchia, ed. Messaggero, Padova, 2001, pp. 288. (E-mail: bsecondin@tiscalinet.it)

    STEGGINK, Otger, O.Carm.,
    Jean Soreth: Ritratt ta' Pirjol Generali, (Trad: P. Samwel Abela, O.Carm.), [Kunvent tal-Karmnu, Mdina], 2001, pp. 12. (E-mail: carmmlt@mail.global.net.mt)

    The Carmelite Sisters for the Aged and Infirm - Mother Mary Angeline McCrory, O.Carm.,
    Servant of God, Foundress, The Carmelite Sisters for the Aged and Infirm, Germantown, 2001. (E-mail: carmsist@ix.netcom.com). Questa pubblicazione è una nuova biografia di Madre M. Angeline Teresa nella forma di un album fotografico. Traccia la sua vita dalla nascita a Tyrone in Irlanda, la sua permanenza in Scozia con le Piccole Suore dei Poveri, a New York con la fondazione della propria Congregazione Religiosa, fino ai giorni presenti. Le fotografie e la presentazione tipografica sono molto attraenti e tra le copertine si trova la storia di una donna che aveva un sogno. Questo sogno si realizzò e continua a vivere nelle sue figlie spirituali in tutti gli Stati Uniti ed in Irlanda. La pubblicazione non si ferma sul passato e il presente ma punta anche verso il futuro della Congregazione. Questa opera è molto buona come: una presentazione di Madre Angeline a quanti non la conoscono, un mezzo per la promozione della sua Causa di beatificazione e canonizzazione, ed una ispirazione per qualunque ragazza che ammira la vita religiosa.

    TRUZZI, P. Claudio, OCD.,
    Juanita: una ragazza come tante altre ma . . . , Ed. Mimep-Docete - Padri Carmelitani [Scalzi], Milano, 2001, pp. 128. (E-mail: mimep@mailcoop.net)

    VERLICCHI, Giuliana, TOC,
    12 Stelle per Maria - raccolta di 12 poesie in omaggio a Maria "Mater Decor Carmeli", Gruppo Terz'Ordine Carmelitano, Lugo, 2001, pp. 32.

    VIGANI, P. Maurizio, Carmelitano Scalzo,
    I quaderni di padre Maurizio, Ed. Mimep-Docete - Padri Carmelitani [Scalzi], Milano, 2001, pp. 221. (E-mail: mimep@mailcoop.net)

    Video-Audio cassette:

    MERICO, Antonio, O.Carm.,
    Viaggio nei luogi dell'antica presenza dei Carmelitani, Curia Generalizia dei Carmelitani, Roma, 2001, durata: 28 minuti. (E-mail. Tonycarm@libero.it). Questa videocassetta, in occasione dell'Anno Mariano Carmelitano per i 750 anni dello Scapolare, è nata dal desiderio del P. Merico di far conoscere a tutti la nostra storia e spiritualità, ripercorrendo, come in un viaggio, luoghi e avvenimenti particolarmente significativi per la conoscenza dei Carmelitani. Dopo una brevissima introduzione il documentario presenta i seguenti temi: Geografia del Carmelo, L'esperienza originaria fontale del Carmelo, El Muhraqa (Il sacrificio), Basilica e Convento di Stella Maris, Wadi 'Ain es-siah (Valle del pellegrino), Elia, Maria - la Signora del Luogo, Trasmigrazione in occidente, I valori delle prime generazioni dei Carmelitani, Lo Scapolare del Carmine, I Carmelitani oggi. Ogni videocassetta è corredata da un libricino con il testo del commentario.

    Audio cassette:

    RUSSELL, John, O.Carm.,
    Becoming Spiritually Mature, Alba House Communications, Canfield (Ohio), 2001, 2 cassette - 160 minuti. (E-Mail: jrussell@carmelnet.org). In questo terzo programma di audiocassette della Casa Editrice, P. J. Russell conduce i suoi ascoltatori ad un nuovo livello nello sviluppo della vita spirituale. Intende aiutare l'individuo a trovare pienamente Dio in quanto accade lungo il trascorrere degli anni. Per raggiungere questo, trae la ricchezza di materiale che si trova nei santi del Carmelo, in particolare in S. Teresa di Lisieux. Le relazioni, dice P. Russell, sono al centro della vita umana: la nostra relazione di base è con Dio e con il nostro proprio essere. Dipende da questa base il come noi ci comportiamo con gli altri, con il mondo che ci circonda, e di fronte alle sfide di ogni giorno. Durante i suoi discorsi P. Russell risponde alla domanda: Quali sono le caratteristiche di tutte queste relazioni che dovrebbero aiutarci a crescere nella saggezza e nella santità?

    Calendari 2002:

    Carmelite Calendar 2002 - Saints of Carmel
    Province of Great Britain, 2001. (E-mail: kalban@carmelnet.org)

    Calendario Carmelitano 2002 - Il ciclo di Elia nello "Speculum Carmelitanum"
    Centro Stampa Carmelitano, Roma, 2001. (E-mail: carmel@mclink.it)
     

    AGGIORNAMENTO DEGLI
    INDIRIZZI E NUMERI TELEFONICI

    Indirizzi di nuove case

    Delegazione Generale della Francese
    Frères Carmes, 2 rue Saint Joseph, 49100 Angers, Francia. Tel: (+33) 02 41 87 65 20, Fax: 02 41 20 30 24.
    Monache Carmelitane
    Carmelite Nuns, Carmel of Mary Star of the Sea, Bgy. Plaza Aldea, Sitio Balimbing, 1909 Tanay, Rizal, Filippine.

    Cambio di indirizzi

    Provincia Maltese
    Comunidad Carmelita, Casilla 9193, La Paz, Bolivia.
    Provincia della Germania Superiore
    Karmel Johannes Soreth, Hörsterplatz 4, D-48147 Münster, Germania. Tel: (0251) 4833-0; Fax: (0251) 4833227.

    Nuovi numeri: telefono / fax

    Monache Carmelitane
    Monastero della Sant.ma Concezione, Via Garibaldi, 1, 01015 Sutri (Viterbo), Italia. Tel: 0761-609082, Fax: 0761-609642.
    Provincia Betica
    Padres Carmelitas, Parroquia Santa Monica, Municipio Jesús E. Losada, 4032 La Concepción, Edo. Zulia, Venezuela. Tel: 0262-2432040.

    Nuovi siti Web

    Paróquia Santa Teresa de Jesus, Sao Paolo, Brasil
    http://www.paroquiasantateresa.org/
    St. Thérèse Lay Carmelite Community, Washington
    http://www.stthereselcc.com/
    Província Carmelitana Pernambucana
    http://fradescarmelitas.vila.bol.com.br/index.html
    Bedlington Chapter Newsletter
    http://www.geocities.com/dvmddltn/newsletter.html
    Karmel Johannes Soreth, Münster
    http://www.muenster.org/karmel
    Convento de la Encarnación de Zaragoza
    http://www.terra.es/personal5/materunitatis/
    Basilica Santuario Maria SS. Annunziata al Carmine, Catania
    http://carminecatania.it/

    Nuovi indirizzi di posta elettronica

    Provincia Arago-Valentina
    Fos, Ismael
    Parroquia Santa Teresa de Jesus, S. Domingo
    <s.isidoro@terra.es>
    <psantateresa@yahoo.com>

    Suore della Vergine Maria del Monte Carmelo
    Vicaria Indonesia y Timor Loro Sae <hcarmmlg@plasa.com>

    Monache Carmelitane
    Camanà, Perù
    Sutri (Viterbo), Italia
    Sevilla, Spagna
    Sogliano al Rubicone, Italia: Baldini, M. Chiara
    <ocaso45@ec-red.com>
    <carmelo.s.concezione@libero.it>
    <UEI0581556600@eurociber.es>
    <suor.chiara@libero.it>

    Provincia Indonesiana
    Jokoprasetyo, Lukas
    Sudharnoto, Yulius 
    Verbeek, Cyprianus
    Lay Carmelites, Indonesia
    <eljepe@lycos.com>
    <jiusnoto@yahoo.com>
    <cyprianus_verbeek@yahoo.com>
    <toc_indo@yahoo.com>

    Provincia Irlandese
    Hughes, Paul
    Commissary Provincial, Zimbabwe
    <paulhughes12@eircom.net>
    <comprov@mutare.mweb.co.zw>

    Provincia Olandese
    Hoogland, Anton <antonhoogland@yahoo.com>

    Provincia della Germania Inferiore
    Groothuis, Leo <karmelmainz@t-online.de>

    Provincia Americana del PCM
    Leskovar, Diego
    Rojas, Fabio
    Traudt, Robert 
    White, Andy 
    Wu, Joseph 
    <leskovar_diego@yahoo.com>
    <fabiorojas75@hotmail.com>
    <stjohn2@bellatlantic.net>
    <waw96a@hotmail.com>
    <cjosephwu@yahoo.com>

    Provincia di Pernambuco
    Frades Carmelitas, Mozambico <fradescarmelitas@teledata.mz>

    Provincia della Germania Superiore
    Förtsch, Gerhard
    Pottackal, Joyson
    Weigand, Klaus
    Karmelitenkloster, Münster 
    <p.gerhard@theresianum.de>
    <stjohnofx@home.com>
    <P.Klaus.Weigand@t-online.de>
    <karmel@muenster.org>

    Provincia di Pernambuco
    Gomes de Oliveira, Dom Eliseo
    Comunidad, Jaboatao dos Guararapes
    Pastoral Vocacional
    <domelizeu@ada.com.br>
    <FradesCajueiro@aol.com>
    <vocacionadocarmelita@hotmail.com>

    Provincia Italiana
    Bagnai, Giovanni
    Di Berardino, Emidio
    Comunità Carmelitana, Romania
    Novizi carmelitani, Pisa
    <gibagnai@tin.it>
    <oidim@libero.it>
    <Karmelrom@yahoo.com>
    <noviziatopisa@interfree.it>

    Eremiti della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo (Christoval)
    Rosette, Fabian <fatherfabian@carmelitehermits.org>

    Provincia Americana di S. Elia
    Seitzberg, Peter E.  <dj1repete@hotmail.com>

    Provincia Polacca
    Mikolajczyk, Andrzej
    Klasztor OO. Karmelitów, Baborów 
    <przeor@skrzynka.pl>
    <marinio@interia.pl>

    Centro Internazionale Sant'Alberto - Roma
    Gomes, Evaldo Xavier (Flum)
    Munengwa, Thomas More (Hib-Zim) 
    <evaldox@libero.it>
    <tmmunengwa@ocarm.org>

    Suore Carmelitane del Sacro Cuore di Gesù
    Superiora General
    Consejeras Generales
    Causa de Canonización de M. Asunción
    <sgeneral.cscj@planalfa.es>
    <cgeneral.cscj@planalfa.es>
    <causamas@planalfa.es>

    N.B. Per un elenco aggiornato di tutti gli indirizzi e-mail carmelitani vedi pagina http://www.ocarm.org/citoc.news/emailadd.htm
     

    VITA CARMELITANA

    Novizi

    5 Agosto 2001
    Paskalis Patut (Indo)
    Fidelis Moi (Indo)
    Severinus Nuwa (Indo)
    Dominikus Jebarus (Indo)
    Yanto Yohanes Ndona (Indo)
    Hermanus Yoseph Sugi (Indo)
    Wenseslaus Jehani (Indo)
    Fransiskus de Gomez (Indo)
    Vinsensius Negar (Indo)
    Hendrikus Beren Doni (Indo)
    Simon Petrus Taa (Indo)
    Damasius Joseph Leko Loda (Indo)
    1 Settembre 2001
    Rui Miguel Novais (Lus)
    Victor Miguel Monteiro (Lus)
    15 Settembre 2001
    Juan Luis Carrera Castilla (Baet)
    José Manuel Granados Rivera (Baet)
    Francesco Galiano (Neap)
    29 Settembre 2001
    Josef Cutajar (Mel)

    Professione Semplice

    12 Agosto 2001
    Hendrikus Dili (Indo)
    Robertus Alexio da Cruz (Indo)
    Yohanes Yakobus Renggi (Indo)
    Donatus Pale Gare (Indo)
    19 Agosto 2001
    Bonifasius Ferry P. Santoso (Indo)
    Antonius James F. Sinaga (Indo)
    Robertus Robi Setiawan (Indo)
    Markus Buanaraja S. Simanjutak (Indo)
    Valentinus Yedi Turdiatmoko (Indo)
    Thomas Purwanto (Indo)
    Yaohanes Mahmudi Yusuf (Indo)
    Emanuel Sonny Wibisono (Indo)
    F.x. Bambang Widiatmoko (Indo)
    Felix A.Hatta Adi Mas Prihandono (Indo)
    1 Settembre 2001
    Fernando Barbero García (Baet)
    Jorge Fernández Sanchez (Baet)
    Antonio Graciá Albero (Arag)
    2 Settembre 2001
    Felician Farcas (Ita)
    Augustin Mihai Folner (Ita)
    Viorel Farcas Gherghina (Ita)
    Sebastian Benchea (Ita)
    Wilson Castilla Acosta (Ita)
    Ricardo González Herrera (Ita)
    Carlos Rivera Rodríguez (Ita)
    Tamba Charles Damian (Brun)

    Professione Solenne

    12 Agosto 2001
    Agustinus Seda (Indo)
    Dominikus Dinong (Indo)
    15 Agosto 2001
    Markus Pantja Anugerah Putera (Indo)
    Konrat Sumirat (Indo)
    Willibrordus Agustinus Purwanto (Indo)
    Petrus Pahala H. Lumban Gaol (Indo)
    28 Settembre 2001
    Jorge Beltrán López (Baet)
    20 Settembre 2001
    Maria Lucia Feverati (CAR)
    6 Ottobre 2001
    P.J. Breen (Hib)
    20 Ottobre 2001
    M. Lucia del Dio Vivente Feverati (CAR)

    Ordinazioni di Diaconi

    1 Ottobre 2001
    Ricardo Nunes (Pern)

    Ordinazioni Sacerdotali

    3 Ottobre 2001
    Yosef Utus (Indo)
    5 Agosto 2001
    Ismael Pereira Teixeira (Lus)
    18 Ottobre 2001
    Agustinus Sutiono (Indo)
    Albertus Medyanto (Indo)
    Agustinus Paryono (Indo)
    Christian Han (Indo)
    Antonius Wahyu Anggono (Indo)
    27 Ottobre 2001
    Artemio D. Jusayan (Neer-Phi)
    14 Novembre 2001
    Aniceto Maia da Costa (Indo)
    Nelinho Americo (Indo)

    Necrologio

    25 Maggio 2001
    Gerard (Arnold) Vaneman (Aust)
    26 Maggio 2001
    Yoannes B. Mursodo (Indo)
    6 Giugno 2001
    Angela Cervone (ALL)
    19 Giugno 2001
    Elisea Vije (ZEN)
    21 Giugno 2001
    Guillermo Arranz (Cast)
    29 Giugno 2001
    Henricus Kortink (Indo)
    5 Luglio 2001
    Domingos Soares (Indo)
    7 Luglio 2001
    Martinus Sigismund van Gelderen (Neer)
    10 Luglio 2001
    Robert John Dowd (Aust)
    28 Luglio 2001
    Michele Alessandri (Ita)
    30 Luglio 2001
    M. Emanuela Palumbo (ROC)
    10 Agosto 2001
    M. Madalena Correia (MON)
    13 Agosto 2001
    Estanislau Twaalfhoven (Flum)
    Benedikt Zweier (GerS)
    14 Agosto 2001
    M. Milagros Ortiz González (SDO)
    25 Agosto 2001
    Clementino Eijkelkamp (Flum)
    1 Settembre 2001
    Peter McAlpine (Aust)
    10 Settembre 2001
    Luis Perea Murillo (Baet)
    12 Settembre 2001
    Casimiro Vloon (Lus)
    15 Settembre 2001
    Brian Pitman (Aust)
    24 Settembre 2001
    Arthur Fitzpatrick (Hib)
    4 Ottobre 2001
    Manuel Bautista Muñoz López (Baet)
    13 Ottobre 2001
    Herman van Langen (Neer)
     

    MONACHE CARMELITANE NEL MONDO

    MONASTERO DELL'INCARNAZIONE

    Indirizzo: Monges Carmelitas
    Panama, 12
    08034 Barcellona, Spagna.

    Diocesi: Barcellona
    Storia:
    L'ultima fondazione delle monache carmelitane in Spagna è stata nella provincia di Catalogna. Eppure i Carmelitani iniziarono la loro presenza in Spagna proprio da lì. L'autore di queste prime fondazioni fu il P. Martín Román, O.Carm., religioso del convento di Barcellona. Il suo zelo era così grande che quando incontrò difficoltà nel trovare aiuto da altri monasteri spagnoli, a causa della situazione politica del momento, egli si impegnò direttamente alla formazione delle monache.

    Dopo il monastero di Villafranca le monache di Barcellona furono quelle che beneficarono maggior-mente dell'entusiasmo di P. Martín Román. Nel 1645, ricevuti i decreti dal Priore Generale, P. Leone Bonfigli,riuscì ad aprire il nuovo monastero il 12 maggio 1649 con due monache e tre novizie da Villafranca. Subito cinque ragazze abbracciarono la vita claustrale. Come nel monastero di Villafranca, anche in questa nuova fondazione introdusse le Costituzioni osservate nel monastero di Santa Maria degli Angeli a Firenze (Italia). Appena trascorso un anno scoppiò la peste che portò con sé alcune monache. Il tempo di prova per la comunità proseguì per molti anni ma senza dubbio uno dei colpi più grossi fu nel 1663 la morte del fondatore, P. Martín Román.

    Nei secoli XVIII-XVIV i problemi politico-militari di Spagna hanno lasciato le loro cicatrici nella vita claustrale delle monache. Il bombardamento francese del 1706 colpì duramente il loro monastero al punto che le monache dovettero rifugiarsi nel monastero delle monache domenicane. Alcuni anni dopo, nel 1714, con l'entrata di Filippo V a Barcellona, le monache furono costrette a lasciare nuovamente il loro monastero.

    Nel 1814, i francesi, i vicini inquieti della Spagna, provocarono un'altra esclaustrazione. Le monache dovettero abbandonare non soltanto il loro monastero ma anche la città. Ritornarono abbastanza presto ma nel 1823 furono di nuovo espulse, un fenomeno che si ripeté nel 1835! Ma questa volta le monache persero il monastero. Nel 1885 la comunità ottenne una villa a Corts de Sarriá ma qui visse soltanto per venti anni. La Settimana Tragica di luglio 1909 le costrinse a cercare un nuovo luogo dove rifugiarsi. Questa volta la provvidenza fu molto generosa perché il signor Agustín Valls i Vicens offrì loro la sua casa ed il vescovo di Barcellona il "conventet" di Pedralbes.

    Non hanno lasciato passare molto tempo per la costruzione del nuovo monastero a Las Corts. Si trasferirono in esso nel 1913 ma non rimasero per molto tempo. Questa volta la prova fu molto più dura. Il monastero venne spogliato completamente e trasformato in prigione. Le monache ritornarono nel loro monastero nel 1939. Praticamente dovettero iniziare da capo con molti sacrifici perché oltre alla povertà della comunità il monastero era quasi una rovina. Ma i sacrifici delle monache furono ricompensati. Col passar degli anni la comunità si stabilì e crebbe a tal punto che nel 1954 si fondò un altro monastero a Tárrega e nel 1983 il monastero di Porlamar in Venezuela.

    Durante i 350 anni di vita claustrale la comunità di Barcellona ha visto passare molte monache che hanno conservato diligentemente l'osservanza della vita carmelitana. Questa verità è la cosa migliore che si può dire del monastero, ma in più, alcune di loro hanno conservato qualche ricordo speciale. Qui visse Sr. Eulalia de la Cruz (1669-1725), una delle tre figlie di una pia famiglia che vide tutti i suoi figli abbracciare la vita religiosa. Al Carmelo toccarono tre sorelle. Sr. Eulalia ci lasciò alcuni scritti. I suoi originali non esistono più ma si conservano ancora delle copie nella biblioteca dell'Università di Barcellona.

    Santa Joaquina Vedruna visse nella stessa strada dove si ergeva il monastero durante la vita di questa santa moglie e madre. Poter essere monaca del monastero fu la sua intenzione per qualche tempo. Ma Dio la volle modello delle madri e delle mogli e ed in ultimo fondatrice di nuove comunità carmelitane. La sua spiritualità si nutrì delle monache carmelitane che vissero nelle vicinanze.

    Antonio Ruiz, O.Carm.

    MONACHE CARMELITANE NEL MONDO

    INDICE GENERALE DELL'INFORMAZIONE
    PUBBLICATA IN CITOC
     
    Città, Paese

    Amstelveen, Nederland
    Aracena, España
    Banyoles, España
    Barcelona, España
    Beja, Portugal
    Boxmeer, Nederland
    Burgos, Philippines
    Cabanatuan, Philippines
    Camanà, Perú
    Carpineto Romano, Italia
    Cerreto di Sorano, Italia
    Cordoba, España
    Duisburg, Deutschland
    Dumaguete City, Philippines
    Guiguinto, Philippines
    Hudson, USA
    Huesca (Asunción), España
    Huesca (San Miguel), España
    Jaboticabal, Brasil
    Jesi, Italia
    Machakos, Kenya
    Madrid, España
    Mayagüez, Puerto Rico
    Montegnacco, Italia
    Onteniente, España
    Ostuni, Italia
    Paranavai, Brasil
    Porlamar, Venezuela
    Ravenna, Italia
    Roccagloriosa, Italia
    Roxas City, Philippines
    San Govanni La Punta, Italia
    Sogliano al Rubicone, Italia
    Tarrega, España
    Valencia, España
    Vetralla, Italia
    Vic, España
    Wahpeton, USA
    Zaragoza, España

    Monastero

    Karmel St. Jozef
    Monasterio de Sta. Catalina
    Monestir de la Mare de Déu del Carme
    Monestir de l'Encarnació
    Carmelo do S. Corção de Jesus
    Karmel H. Maria Magdalena de Pazzis
    Monastery of the Immaculate Heart of Mary
    Carmel of Our Lady of Nazareth
    Monasterio de la Sma. Trinidad
    Carmelo Sant'Anna
    Carmelo Janua Coeli
    Carmelo del Sagrado Corazón de Jesús
    Karmelitinnenkloster Mutter vom Guten Rat
    Mon. de N. Sra. de las Maravillas y S. José
    Monastery of the Holy Family
    Carmel of the Sacred Heart
    Monasterio Nuestra Señora de la Asunción
    Monasterio de la Encarnación
    Mosteiro Flos Carmeli
    Monastero della Santissima Trinità
    Monastery of Our Lady of Mount Carmel
    Monasterio Nuestra Señora de las Maravillas
    Monasterio S. Maria del Monte Carmelo
    Carmelo Gesù di Nazareth
    Monasterio Purísima Sangre de Cristo
    Monastero Santa Maria Maddalena de' Pazzi
    Mosteiro Mater Carmeli
    Monasterio de la Anunciación
    Monastero di Santo Stefano
    Monastero S. Croce di Lucca
    Monastery of the Holy Trinity and O.L.O.M.C.
    Monastero San Giuseppe al Carmine
    Carmelo Santa Maria della Vita
    Monestir de l'Amor Diví
    Monasterio de la Santissima Encarnación
    Monastero Monte Carmelo
    Monestir de la Presentació
    Carmel of Mary
    Monasterio de la Encarnación

    CITOC

    2 (1999) 42
    6 (1996) 105
    2 (2000) 45
    6 (2001) 170
    3 (2000) 63
    3 (1997) 57
    2 (1998) 41
    1 (2000) 19
    7 (1994) 120
    4 (1994) 52
    1 (1999) 13
    4 (2001) 77
    5 (1996) 88
    5 (1998) 105
    5 (2000) 103
    4 (1996) 68
    2 (1995) 29
    4 (1998) 73
    1 (1996) 19
    3 (1995) 46
    6 (1999) 150
    1 (1994) 11
    3 (1999) 69
    4 (1999) 83
    1 (1998) 21
    2 (1996) 36
    5 (1994) 63
    4 (1995) 62
    4 (1997) 71
    3 (1998) 57
    1 (2001) 21
    2 (1997) 40
    6 (1995) 123
    6 (2000) 125
    3 (1996) 53
    1 (1995) 13
    4 (2000) 81
    6 (1997) 127
    2 (2001) 43



    UN MESSAGGIO
    DI RINGRAZIAMENTO

    "Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al vostro Padre che è nei cieli." Mtt 5,16 Carissimi fratelli e sorelle,

    quindici anni fa il Consiglio Generale, nella sua sessione n. 147 del 4 marzo 1987, mi ha incorporato alla Segreteria Generale nominandomi responsabile del settore delle "Comunicazioni" dell'Ordine, con l'impegno speciale della pubblicazione del CITOC. Ho accettato questa nomina con grande gioia e con la speranza di poter ricambiare, in qualche modo, a quel tanto che ho ricevuto dall'Ordine Carmelitano. Dal momento che mi sono insediato nel ufficio mi sono dedicato generosamente, senza mai guardare indietro.

    Quando all'inizio del 1987 sono arrivato a Roma, la pubblicazione di CITOC era ben coordinata e allo stesso tempo molto semplice. Le notizie erano preparate da tre religiosi e prese in gran parte, dalle riviste carmelitane inviate dalle Province e dai Commissariati. Eravamo P. Louis Rogge (PCM) per l'edizione inglese, P. Manuel Anguiano (Baet) per l'edizione spagnola, ed io per l'edizione italiana. Ognuno aveva l'impegno di controllare le riviste per notizie da pubblicare e tradurre quelle scelte dagli altri compagni. Tutto il resto, battitura finale, impaginazione e coordinazione fra le tre edizioni, veniva fatto da me. A quel tempo il bollettino CITOC, pubblicato più di sei volte all'anno, si preparava con una macchina da scrivere elettrica e le copie fotocopiate fuori casa. Poi seguiva la raccolta di ogni numero (circa 600 esemplari), spillatura, piegatura, imbusto con indirizzi e francobolli allestiti in anticipo, e poi portato alla posta. In un certo senso, per parecchi anni, la pubblicazione di ogni numero di CITOC era come un gioco tra vari collaboratori! Oggi la pubblicazione segue la stessa modalità con qualche variante: è elaborata su computer, pubblicata ogni due mesi, riprodotta in tipografia e consegnata intercalata. Inoltre, dal 1992, quando il P. L. Rogge si è trasferito negli Stati Uniti, il suo ufficio non è stato mai coperto pienamente ma soltanto per la traduzione.

    Gli anni ottanta della Curia Generalizia sono stati segnati dalla presenza dei primi computer. Seguendo lo sviluppo proposto dalla tecnologia moderna e dalla Curia, nel maggio del 1988 è stato elaborato il primo bollettino di CITOC su computer! Da allora il computer è diventato il veicolo principale nella trasmissione delle notizie. Gli anni novanta sono stati segnati da internet. Infatti nel 1996 il Consiglio Generale ha deciso di introdurre la posta elettronica nella Casa Generalizia, affidando il coordinamento alla mia competenza. Ancora una volta la pubblicazione di CITOC ha visto aprirsi possibilità molto promettenti. In gennaio del 1998, oltre che alle 600 case carmelitane, il bollettino di CITOC è arrivato anche a circa 300 religiosi (oggi sono più del doppio) in possesso di un indirizzo elettronico. L'anno successivo, invece d'inviare una copia a ciascun religioso, il bollettino di CITOC è pubblicato su internet, in una area riservata ai Carmelitani, così che anche i religiosi con accesso ad internet ma senza indirizzo elettronico potevano leggerlo da qualsiasi paese e a qualsiasi ora. Questo sviluppo, ha visto la nascita di un'altra versione del bollettino di CITOC, quella in formato HTML (Hyper Text Mark-up Language), una novità che ha spinto maggiormente al miglioramento del bollettino con numerose immagini.

    In gennaio del 1998 l'Ordine ha anche visto la nascita del suo sito internet "www.ocarm.org" nelle tre lingue ufficiali (inglese, spagnolo e italiano). Infatti poco dopo l'introduzione della posta elettronica, il Consiglio Generale mi ha incaricato di coordinare anche un sito internet per l'Ordine. Oggi, questo sito abbraccia oltre 400 pagine, visitate da circa 350 persone alla settimana (una cinquantina al giorno). Pur essendo una buona percentuale di visitatori, si potrebbe migliorare molto con una continua attenzione al sito. Ma questo, in cambio, porterà un maggiore flusso di messaggi elettronici da rispondere!

    Di fronte a questa mole di lavoro e la mancanza di tempo sufficiente a soddisfare tutte queste richieste, ho deciso di chiedere al nuovo Consiglio Generale di dispensarmi dall'impegno della pubblicazione di CITOC. In tal modo ci sarà più spazio per l'introduzione di nuove idee nella pubblicazione ed io avrò il tempo necessario per dedicarmi al sito internet dell'Ordine come "Web Master" e di seguire alcuni studi nel campo dell'informatica.

    Vorrei concludere questo messaggio ringraziando pubblicamente e in modo particolare il Priore Generale e il suo Consiglio per la fiducia e per aver accettato la mia richiesta, al P. Manuel Anguiano (Baet) per la sua collaborazione, al P. Loius Rogge (PCM) per i suoi cinque anni di servizio, al P. Anthony Scerri (Aust) per la sua assistenza nella traduzione durante quest'ultimi sei anni, nonché ai numerosi religiosi e religiose dell'Ordine che con la loro multiforme collaborazione e le loro preghiere mi hanno sostenuto a portare avanti con zelo l'impegno a me affidato. Mi sento fiero perché con la vostra collaborazione e la grazia di Dio ho avuto quest'occasione di servire l'Ordine. Spero di poterlo fare ancora per molti anni. Volevo dare qualche cosa all'Ordine in cambio del molto ricevuto, ma oggi mi sento ancora più ricco di prima! GRAZIE!

    Fraternamente nel Carmelo,
    Anthony Cilia, O.Carm.
    acilia@ocarm.org

     

    750° Anniversario dello Scapolare del Carmine
     
     




















    1251-2001



    "Chi si specchia in Maria, rimane confortato in ogni suo affanno, tribolazione e pena, e vince ogni tentazione." - S. Maria Maddalena de’ Pazzi

    "La Madre di Dio ci ha vestiti con la veste della salvezza: e ci avvolge con il manto della giustizia." - S. Teresa Benedetta della Croce

    "Sia in noi tutti lo spirito della Vergine affinché possiamo vivere per Lui." - Ven. Michele di Sant'Agostino

    "Maria protegge le sue creature sotto il suo manto, le difende con le sue virtù, ma la sua maternità invita soprattutto all’imitazione." - S. Maria Maddalena de’ Pazzi

    "La Vergine Benedetta è orientata unicamente a compiere il volere di Dio." - Ven. Michele di Sant'Agostino


     

    051101