Messaggio da parte dei partecipanti

Corso di Formazione Africano per la Formazione Comunitaria


“Alzati e mangia, il viaggio sarà troppo lungo per te” (1 Re 19:7)

Noi, frati, suore e membri laici della Famiglia Carmelitana a Burkina Faso, Rep. Dem. del Congo, Kenya, Liberia, Mozambico, Tanzania e Zimbabwe ci siamo incontrati a Nairobi dal 4 al 17 Ottobre 2004 poiché nei nostri cuori desideravamo scambiare le idee e condividere i nostri punti di vista sull’ argomento della Formazione per le Comunità oggi in Africa. Adesso non vorremmo fare solo un resoconto di quest’incontro all’intera Famiglia Carmelitana nel mondo, ma anche comunicare l’impatto che ha avuto su di noi, come una benedizione e un regalo e i nostri propositi per il futuro.

Carmelitani provenienti da Africa, Europa e Stati Uniti ci hanno guidato nelle nostre discussioni in viaggi alla scoperta di noi stessi, dei nostri valori africani, della Bibbia, della nostra Regola e della nostra famiglia internazionale, tutti da un punto di vista comunitario. Comunque, forse l’impatto più grande è stato quello di essere insieme, di vivere come una comunità, così diversi nelle nostre origini, ma lavorando per lo stesso fine. Ci rendiamo conto che non siamo soli nelle nostre battaglie e nelle nostre difficoltà, ma che possiamo contare sull’aiuto dei nostri fratelli e sorelle in africa e altrove. Ci sentiamo illuminati, nutriti, rafforzati e sfidati dalle varie argomentazioni ed esperienze, nel far parte di una famiglia internazionale e multiculturale. Ciò è riassunto in un canto in Shona che dice “munhu munhu navanhu” (“una persona diventa una persona fra gli altri”).

Ci rendiamo conto che la nostra trasformazione avviene solo dopo aver apprezzato e interiorizzato ciò che abbiamo acquisito nelle nostre esperienze di vita. Solo in questo modo possiamo aiutare coloro in formazione per apprezzare e interiorizzare i valori carmelitani per loro stessi, nel loro viaggio di trasformazione in Gesù Cristo. Dobbiamo apportare ricchezza, e profondità al carisma, specialmente come è espresso nella Regola, per poter portare avanti i vari programmi di formazione con un processo di continua revisione e scambio di idee.

Ci viene in mente che i primi eremiti sul Monte Carmelo erano laici e nonostante i frati e le monache sono arrivati in Kenya abbastanza recentemente, abbiamo avuto una presenza laica nel paese per quasi 40 anni. Per questo motivo vogliamo rafforzare questo legame dentro la nostra Famiglia Carmelitana e il lavoro ed i Laici Carmelitani dovunque siano.

Speriamo che nel futuro ci siano più incontri di questo genere, sia per quelli in formazione che per i formatori, per poter proseguire nel compito così necessario e vitale interculturale e di integrazione dei valori carmelitani nel contesto africano. Chiediamo alla Commissione Internazionale dei Formatori dei Frati di facilitare questi incontri e programmi.

Possa lo spirito di nostro padre, il profeta Elia e di Nostra Signora del Monte Carmelo intercedere per noi, Dio Padre ci benedica, Gesù Cristo sia il centro delle nostre vite e lo Spirito santo ci ispiri in tutto ciò che facciamo. Amen

I partecipanti del corso
Nairobi, Kenya

17 ottobre 2004

image
Precedente | Su | Successiva | Le Novità | Mappa del Sito | Home Page
Ricerca | Libro dei Visitatori | Mailing List | Web Master

Ultima revisione: 30 ottobre
2004