image

image

N. 8 - MARZO 2000

image


image INCONTRO DELLE SUPERIORI GENERALI
image NUOVA FONDAZIONE IN BURKINA FASO
image VISITE IN LIBERIA, MOZAMBICO E CAMERUN
image AUTORITÀ E SERVIZIO
image 123° ANNIVERSARIO DELLA NASCITA DI MADRE CROCIFISSA
image CINQUANTA ANNI DI GRAZIE
image PUBBLICAZIONI CARMELITANE RECENTI
image CONVEGNO SULLA FIGURA DEL PROFETA ELIA
image PROGETTO MISSIONARIO "SAREPTA"
image SEMINARIO SULLA PREGHIERA CARMELITANA
image NUOVO CENTRO PARROCCHIALE
image CARDINALE MARTINI PROPONE CINQUE DONNE MODELLI CHE SALVANO IL MONDO


image



INCONTRO DELLE SUPERIORI GENERALI


All'inizio di febbraio 2000, è stato tenuto un incontro col tema "Il Contributo del Carmelo nel Terzo Millennio" per le Superiori Generali di tutte le Congregazioni aggregate all'Ordine Carmelitano. L'incontro si è svolto a Focene, nel centro di spiritualità delle Suore Carmelitane Missionarie di S. Teresa del Bambino Gesù nelle vicinanze dell'aeroporto di Roma. Hanno partecipato circa trenta rappresentanti, provenienti dalle Filippine, Stati Uniti, Venezuela, Trinidad, Brasile, Spagna, Regno Unito e Italia.

A fare luce su questa settimana di studio sono intervenuti P. Bruno Secondin, O.Carm., con la relazione "La comprensione attuale del Carisma Carmelitano - Come mettere il carisma al servizio della Chiesa" e la Sig.ra Donna Orsuto, docente all'Università Gregoriana con "Il rinnovamento della vita consacrata: valutazione e prospettive - Nuovi modelli di partecipazione". Tra l'altro, come membri della Famiglia Carmelitana, i partecipanti hanno discusso le modalità del lavoro comune e il consolidamento dei legami già esistenti.

Il 2 febbraio tutto il gruppo ha partecipato alla Messa del giubileo per la vita consacrata celebrata dal Papa in Piazza S. Pietro. Quel giorno i partecipanti hanno celebrato la Preghiera della Sera al Centro Internazionale Sant'Alberto (Roma) e cenato con la comunità. Alla fine della settimana si sono recati a Firenze per visitare le due comunità ed incontrare i membri della Famiglia Carmelitana.

Per ulteriori informazioni:
E-mail: P. Joseph Chalmers, O.Carm.





NUOVA FONDAZIONE IN BURKINA FASO


Gli sforzi di molti anni di preparazione dei fratelli carmelitani da Burkina Faso nella Provincia Betica sono stati premiati il 17 gennaio 2000 quando la prima fondazione di frati carmelitani nel paese è stata ufficialmente inaugurata con una celebrazione Eucaristica e la benedizione del vescovo Anselme Sanon di Bobo Dioulasso. Presenti alla celebrazione, nella cappella di una casa messa a disposizione dalla Famiglia Missionaria Donum Dei, erano i quattro missionari, P. Francisco Daza, P. Ubaldo Pani, P. Eugène Kaboré e P. Désiré Kouakou, P. Rafael Leiva, Provinciale di Betica, P. Tomàs Léon, suo segretario, P. Anthony Scerri, da parte del Consiglio Generale, ed alcune Lavoratrici Missionarie.

P. Ubaldo Pani, P. Rafael Leiva, Provinciale della Betica,
P. Eugenio Kaboré, P. Francisco Daza e P. Désiré Kouakou

Anche il giorno precedente è stato memorabile, quando nella Cattedrale di Bobo Dioulasso, il vescovo Sanon ha accolto e presentato i missionari carmelitani ai fedeli ed al clero della diocesi. I Carmelitani sono stati accolti cordialmente da tutti, vescovo, clero e fedeli.

L'Ordine Carmelitano è molto grato alle Lavoratrici Missionarie per il loro appoggio e preparativi per l'arrivo dei frati. Grazie al loro zelo ed impegno, ci sono già nove giovani che desiderano abbracciare l'Ordine Carmelitano.

Per ulteriori informazioni:
E-mail: P. Tomàs Léon, O.Carm.





VISITE IN LIBERIA, MOZAMBICO
E CAMERUN


Liberia: All'inizio dell'anno, P. Anthony Scerri, Consigliere Generale responsabile delle Missioni Carmelitane, si è recato in Liberia su invitato dal vescovo B. Dotu Sekey della diocesi di Gbarnga. Prima della guerra civile (1990-1997), le suore Carmelitane del Corpus Christi hanno ottenuto una fondazione nella diocesi di Cape Palmieri, e grazie a loro ci sono alcuni giovani interessati all'Ordine. Una volta ripristinata la pace nel paese le suore sperano di ritornare. Mentre si trovava a Gbarnga ed a Accra (Ghana), P. Scerri ha incontrato tre giovani interessati all'Ordine Carmelitano. Ci possono essere altri giovani interessati nella diocesi di Cape Palmieri. Attualmente, insieme alla Provincia Carmelitana Britannica, P. Scerri sta studiando due possibilità: una nuova fondazione in Liberia oppure che la Provincia prenda alcuni candidati per la formazione.

Casa dei Carmelitani in Mozambico

Mozambico: Dal 15 al 17 febbraio P. Scerri ha visitato i fratelli carmelitani in Gorongosa, Mozambico. Nella sua relazione afferma: "È meraviglioso vedere quanto lavoro questi fratelli hanno compiuto in soli quindici mesi dall'inizio della fondazione a Gorongosa. Sono solleciti alle necessità e al benessere della gente che è molto povera. Hanno anche restaurato molti edifici della missione che erano completamente rovinati dalla guerra civile. C'è ancora molto da fare e hanno bisogno di ogni tipo di assistenza che noi possiamo offrire. La comunità sta aspettando un quarto religioso dalla Provincia di Pernambuco che probabilmente arriverà il prossimo agosto. I fratelli sono da lodare per il loro zelo e per l'entusiasmo profuso nel loro impegno."

Camerun: Grazie all'impegno delle Lavoratrici Missionarie a M'Balmayo in Camerun, c'è un numero di giovani interessati all'Ordine Carmelitano. Durante un incontro tenuto in luglio 1998 tra P. Carlo Cicconetti, Provinciale Italiano, P. Tiberio Scorrano, Procuratore della Provincia Italiana, P. Jean-Marie D'Undji, Commissario Provinciale del Congo, e P. Anthony Scerri, Consigliere Generale, è stato messo d'accordo ché i formatori congolesi vadano in Camerun per trascorrere del tempo con questi giovani e discernere la loro vocazione. Nonostante la guerra nel Congo e le difficoltà che richiede questo impegno, i formatori congolesi hanno portato avanti la loro promessa ed adesso ci sono tre candidati dal Camerun in Congo. Lo scorso agosto, a Bamberg (Germania), è stato messo d'accordo che la Provincia della Germania Inferiore sarebbe stata corresponsabile per il progetto insieme alla Provincia Italiana. Ogni appoggio finanziario a queste missioni sarà molto apprezzato.

Per ulteriori informazioni:
E-mail: P. Anthony Scerri, O.Carm.





AUTORITÀ E SERVIZIO


Il Consiglio Generale della Congregazione Suore Carmelitane Missionarie di S. Teresa del Bambino Gesù ha tenuto a Santa Marinella (Roma), dal 13 al 18 febbraio 2000, l’incontro dei Consigli delle Province e delle Delegazioni con il tema: "Relazioni significative per mediare la comunione". Hanno partecipato le responsabili della Provincia "Maria Madre del Carmelo" (Italia-Malta), della Provincia "S. Teresa di Lisieux" (Brasile), della Delegazione "S. Giuseppe" (Canada), della Delegazione "S. Teresina" (Tanzania) e della Delegazione "Padre Lorenzo" (Filippine).

Molti i momenti significativi del programma, tra l'altro da segnalare:

  • Tre interventi: P. Filippo Iannone, O.Carm., con "Principi sui rapporti tra i governi", P. Carlo Cicconetti, O.Carm., con "Il servizio dell’autorità: Spiritualità e compiti", e P. Bruno Secondin, O.Carm., con "Coltivare una fedeltà dinamica alla propria missione".
  • La presentazione di ciascuna delle cinque circoscrizioni, condividendo la propria realtà, il vissuto e le prospettive.
  • La presentazione della stesura provvisoria della Ratio Institutionis della Congregazione con l'invito di inviare proposte concrete alla commissione in vista della stesura del testo finale.
  • Un aggiornamento sull’iter del processo per la Causa di Beatificazione della Fondatrice, Madre Crocifissa, e sulle varie attività della Postulazione, con particolare accenno a quanto si sta facendo per Padre Lorenzo, co-fondatore.
  • Una udienza con il Santo Padre e il compimento dell’atto giubilare con il passaggio dalla Porta Santa delle basiliche principali di Roma.
Durante questi giorni, le sorelle chiamate al servizio dell’autorità nella Congregazione hanno potuto riflettere e dialogare per conoscere meglio la loro realtà e consolidare un comune impegno di servizio alle sorelle della Congregazione. Tale impegno è stato comunicato ai presenti a conclusione dell'incontro in un messaggio inviato a tutte le comunità.

Per ulteriori informazioni:
E-mail: Sr. Lucy Vella, SCMTBG





123° ANNIVERSARIO DELLA NASCITA
DI MADRE CROCIFISSA


Domenica 30 gennaio 2000, in occasione del 123° Anniversario dalla nascita di Madre Crocifissa, la cittadina d’Ispica (Italia) ha ricordato la Fondatrice della Congregazione Suore Carmelitane Missionarie di S. Teresa del Bambino Gesù con varie attività.

  • Nella mattinata, nel luogo dove sorgeva la casa natale di Madre Maria Crocifissa, il Sindaco di Ispica, Dott. Rosario Gugliotta, ha scoperto una lapide e inaugurato una strada adiacente (ex via Pascoli), intitolandola alla Serva di Dio.
  • Dopo, i partecipanti si sono recati in corteo verso il Santuario della Madonna del Carmine dove il Sig. Giambattista Genovese, TOC, ha tracciato le linee essenziali della vita e l’opera di Madre Crocifissa. Sr. M. Assunta Colombo, vice-postulatrice della causa di Beatificazione della Serva di Dio, ha portato a tutta la comunità radunata per l'occasione il saluto della Superiora Generale. Poi ha preso parola il Sindaco di Ispica, che a nome di tutti i cittadini, si è detto onorato ed orgoglioso di ricordare Madre Crocifissa, si è rivolto alle religiose presenti con le seguenti parole: "Ispica e la sua gente vi accoglie con gioia perché condivide con voi non solo i vostri sentimenti religiosi, la vostra fede, il vostro credo, la vostra pratica di preghiera e di servizio, ma soprattutto perché condivide con voi l’affetto nei riguardi di questa grande figlia della nostra città".
  • Una solenne celebrazione eucaristica è stata presieduta da P. Carmelo Scellato, O.Carm.
Oltre il gruppo del Terz’Ordine Carmelitano della città, promotore della celebrazione, erano presenti rappresentanti dell’amministrazione comunale e tanti cittadini ispicesi. In rappresentanza della Superiora Generale erano presenti alla cerimonia due Consigliere Generali e quasi tutte le suore carmelitane delle comunità della Sicilia.

Per ulteriori informazioni:
E-mail: Sr. Lucy Vella, SCMTBG





CINQUANTA ANNI DI GRAZIE


Cinquanta anni fa, l'11 febbraio 1950, P. Marcel Roussel Galle diede inizio, con 8 giovani parigine, alle Lavoratrici Missionarie. Pieno di ardore missionario P. Marcel desiderava evangelizzare le folle allontanate dall'amore divino tramite ragazze vergini, totalmente dedicate a Dio. Rispondendo alla chiamata di Pio XII, espressa nell'Enciclica Fidei Donum, la famiglia da lui fondata subito divenne missionaria nei 5 continenti (nel 1958 in Africa, nel 1960 in Asia e America Latina, nel 1965 in Oceania).

L'apostolato iniziò presso ambienti di lavoro più difficili: fabbriche, bar, ospedali, licei, prostitute. Profondamente colpito dal quarto capitolo del vangelo di Giovanni, diede inizio ai ristoranti l'Eau Vive, come luoghi di evangelizzazione. Nel 1981 di fronte alla crisi mondiale che colpì la famiglia, il Fondatore comprese che l'evangelizzazione doveva dirigersi verso le famiglie: una mamma deve diventare apostolo della propria famiglia, deve cercare di coinvolgere il suo marito, i suoi figli, e così la sua famiglia diventa missionaria nell'ambiente dove vivono e lavorano. Ben presto queste famiglie hanno formato, insieme ad altre, il secondo ramo della Famiglia Missionaria, la quale venne definitivamente chiamata Famiglia Missionaria "Donum Dei".

Durante la notte del 15-16 febbraio 1984 il Fondatore ha avuto l'ispirazione di aggregare la sua Famiglia spirituale all'Ordine Carmelitano, in modo da appoggiare tutta la sua missione sullo spirito della Piccola Teresa e del Carmelo. Tre anni dopo, il 22 febbraio 1987, P. John Malley, allora Priore Generale, firmò il Decreto di riconoscimento della Famiglia Missionaria "Donum Dei" come membro del Terz'Ordine Carmelitano Secolare.


Un gruppo della Famiglia Missionaria "Donum Dei"
dopo la celebrazione eucaristica insieme al vescovo di Burkina Faso

Per celebrare questi cinquanta anni di grazia, il 13 febbraio 2000, nel Centro Internazionale Sant'Alberto (Roma), si è svolta una Messa Solenne presieduta dal P. Redemptus Valabek, O.Carm., e concelebrata da un vescovo di Burkina Faso e numerosi sacerdoti. Hanno partecipato la Sig.na Marie-Joseph Perriot Comte, Responsabile Generale, le Consigliere Generali, molti membri della Famiglia Missionaria "Donum Dei" e simpatizzanti. La festa si è conclusa con un rinfresco accompagnato da canti, danze e rappresentazioni.

Per ulteriori informazioni:
E-mail: Sig.na Marie-Joseph Perriot Comte, FMDD





PUBBLICAZIONI CARMELITANE RECENTI


Libri:

50 Años de fundación - Familia Misionera Donum Dei,L'Eau Vive del Peru, Lima, 2000, pp. 16.

ALBERTAZZI, Alessandro, Il cominciare ed il finire sarà tutto suo, Suore carmelitane delle Grazie, Bologna, 1999, pp. 128.

GROSSO, Giovanni, Il Carmelo, un cammino . . . una meta, Centro Stampa Carmelitano, Roma, 2000, pp. 32

LÓPEZ-MELÚS, Rafael Maria, carmelita, ¡Madre, María! Así fue tu vida, AMACAR, Onda, [2000], pp. 238.

Una Iglesia en marcha con el pueblo - Prelatura de Sicuani: 40 años 1959-1999, (Coordinador: Franz Riedel), Centro de Estudios y Publicaciones (CEP), Lima, 1999, pp. 314.

Vida de Unión con María,Por los venerables carmelitas del siglo XVII: Miguel de San Agustín - Maria de Santa Teresa Petyt, AMACAR, Onda, [2000], pp. 231.

Video cassette:

Courage to Build Anew - The Return of the Carmelites to Aylesford, Pilgrim Productions Canterbury Ltd., United Kingdom, 2000.
Questo video, di trenta minuti, celebra il 50° anniversario dal ritorno dei Carmelitani ad Aylesford e presenta il loro lavoro oggi e le loro speranze per il futuro. Nel documentario prendono parte i confratelli della Provincia Britannica Joseph Chalmers, Wilfrid McGreal, John Berridge e Laurence Frost.

Per ulteriori informazioni:
E-mail: P. Anthony Cilia, O.Carm.





CONVEGNO SULLA FIGURA DEL
PROFETA ELIA


Sabato e domenica, 5-6 febbraio 2000, nella chiesa dell'Ospedale Sandro Pertini (Roma), si è svolto un convegno attorno alla figura del Profeta Elia, patrono dell'Ospedale. Il programma del sabato includeva una conferenza "Elia Profeta: l'uomo di Dio, del popolo, del dialogo", una mostra di pittura ed arte, consegna degli attestati di benemerenza ai sostenitori del volontariato e un cocktail di chiusura. La domenica le attività sono continuate con una solenne celebrazione Eucaristica presieduta dal Cardinale Tonini, benedizione della statua di S. Elia Profeta, e l'affidamento dell'Ospedale e di tutta la famiglia ospedaliera a S. Elia Profeta. Il programma è stato organizzato con la collaborazione di P. Carmelo Vitrugno, O.Carm., cappellano dell'Ospedale, P. Stanislao Wisocki e il Volontariato S. Elia.

Per ulteriori informazioni:
E-mail: P. Carmelo Vitrugno, O.Carm.





PROGETTO MISSIONARIO
"SAREPTA"


"La farina della giara non si esaurirà e l'orcio dell'olio non si svuoterà finché il Signore non farà piovere sulla terra". Con questa citazione biblica dal ciclo di Elia, il Delegato per le Missioni Carmelitane della Provincia Betica, P. Luis Ruano, O.Carm., ha recentemente lanciato il progetto "Sarepta" in aiuto alle missioni che la stessa Provincia cura in Venezuela e in Burkina Faso. In concreto il progetto è a favore dei migliaia di bambini poveri. L'appello chiede a quanti vogliano partecipare al progetto di contribuire con una somma di 3.000 pesetas al mese (cioè, Lit 1.100 al giorno). Questo contributo verrà utilizzato per vestiario, alimentari ed assistenza medica ai bambini. Il progetto ha l'appoggio dell'ONG Carmelitana Karit di Spagna, che negli anni passati ha patrocinato molti altri progetti in terra di missione dove sono impegnati i religiosi e le religiose carmelitane. Quanti desiderano collaborare nel progetto possono contattare: P. Luis Mª Ruano Ramírez, O.Carm., PP. Carmelitas, Plaza del Buen Suceso 5, 41004 – Siviglia, Spagna.

Per ulteriori informazioni:
E-mail: P. Luis Mª Ruano Ramirez, O.Carm.





SEMINARIO
SULLA PREGHIERA CARMELITANA


Il Centro di Spiritualità al Saint Mary's College (Stati Uniti) sta organizzando dal 18 al 24 giugno 2000, una settimana di Spiritualità Carmelitana intitolata "La Preghiera Carmelitana". Il seminario di quest'anno è tenuto in onore a P. Ernest E. Larkin, O.Carm., pioniere nello studio e nella divulgazione della Spiritualità Carmelitana. Il venerdì P. Larkin terrà una conferenza che sarà seguita da una celebrazione Eucaristica e una cena.

Conferenze, gruppi di lavoro, preghiera in comune e l'Eucaristia quotidiana occuperanno i giorni di questa settimana durante la quale, la preghiera e lo studio comunitario e individuale verranno utilizzati per la scoperta di nuove piste con l'aiuto delle presentazioni offerte dal Forum Carmelitano sulla preghiera carmelitana. Il seminario è aperto ai laici, religiosi e sacerdoti di tutte le denominazioni.

Per ulteriori informazioni contattare: Center for Spirituality, Saint Mary's College, Notre Dame, IN 46556-5001, Stati Uniti. Tel. 219/284-4636.

Per ulteriori informazioni:
E-mail: P. Donald Buggert, O.Carm.





NUOVO CENTRO PARROCCHIALE


Il 12 marzo 2000, con una solenne cerimonia presieduta dall'Arcivescovo di Valladolid, José Delicado Baeza, è stato inaugurato il nuovo centro parrocchiale e benedetto il nuovo tempio della Parrocchia Nostra Signora di Henar (Spagna), curata dai Carmelitani della Provincia di Castiglia. Secondo l'informazione pervenuta, il nuovo Centro Parrocchiale servirà per celebrare la fede ed i sacramenti, esprimere l'amore alla Vergine Maria col titolo di Nostra Signora di Henar, vivere il Vangelo come progetto umano e cristiano, condividere con solidarietà umana e cristiana i mezzi spirituali e materiali.

Per ulteriori informazioni:
E-mail: P. Marín A. Lozano Moreno, O.Carm.





CARDINALE MARTINI PROPONE
CINQUE DONNE MODELLI
CHE SALVANO IL MONDO


Durante le catechesi quaresimali, che si sono svolti nel Duomo di Milano (Italia) a partire del 17 marzo e trasmesse via radio e televisione, il cardinale arcivescovo di Milano, il gesuita Carlo Maria Martini, come filo conduttore della riflessione sulla bellezza, ha presentato cinque donne, tre di loro religiose carmelitane.

In apertura della Quaresima, nel corso della prima catechesi, il cardinale ha parlato della bellezza della Croce, associandola ancora una volta, nel segno del dialogo col mondo ebraico, alla figura di Edith Stein, la filosofa ebrea convertita al cattolicesimo, divenuta monaca carmelitana con il nome di Benedetta Teresa della Croce e uccisa il 7 agosto del 1942, con la sorella Rosa, in una camera a gas nel campo di sterminio di Auschwitz. "Edith Stein - ha detto ancora l'arcivescovo di Milano - è un segno di speranza che vince ogni paura".

Le altre catechesi hanno avuto come oggetto la bellezza della parola, la bellezza della preghiera, la bellezza dell'ascesi e in conclusione la bellezza della Trinità. A queste bellezze sono state associate rispettivamente le figure di Santa Teresa di Gesù Bambino, Santa Teresa d'Avila (entrambi carmelitane), la Beata Gianna Berretta Molla e Santa Caterina da Siena.

Per ulteriori informazioni:
Website: Diocesi di Milano




O Padre, che in questo giorno, per mezzo del tuo Figlio, hai vinto la morte e ci hai aperto il passaggio alla vita eterna, concedi a noi, che celebriamo la Pasqua di risurrezione, di essere rinnovati nel tuo Spirito, per rinascere nella luce del Signore risorto.



Buona Pasqua
a tutti i nostri visitatori






image image image image

30 March 2000