Notizie O.Carm.
image
N. 25 - GENNAIO-MARZO 2003
image

image NOMINATO IL NUOVO DELEGATO GENERALE IN FRANCIA
image NOMINATO IL NUOVO AMMINISTRATORE DELLE EDIZIONI CARMELITANE
image LE DIFFICOLTÀ DEI CARMELITANI NEL CONGO
image NUOVI SITI WEB CARMELITANI
image NUOVO PROFESSORE STRAORDINARIO ALLA PONTIFICIA UNIVERSITÀ GREGORIANA
image "IL PROGETTO ROMANIA"
image LE EREMITE CARMELITANE DI MONTELURO (ITALIA)
image NUOVE SPERANZE DI RITROVARE TRACCE DELLA "SAGRA DEL CARMINE" AFFRESCATA DA MASACCIO
image LA VENERABILE MADRE M. CROCIFISSA CURCIO
image I CARMELITANI E I CARMELITANI SCALZI SI UNISCONO PER COSTITUIRE UN'ASSOCIAZIONE DI STUDI MARIANI
image EREMITI AMERICANI INCORPORATI NELL'ORDINE CARMELITANO

image

NOMINATO IL NUOVO DELEGATO GENERALE IN FRANCIA


Il Priore Generale, P. Joseph Chalmers, ha nominato Delegato Generale dei Carmelitani in Francia il P. Klaus Schenkelberger, O.Carm., membro della Provincia di Germania Superiore.

Attualmente la Delegazione Francese è formata da otto Carmelitani e un postulante francese. I religiosi provengono dalla Germania, dall'Australia, dal Brasile, dal Congo, dagli Stati Uniti d'America, dall'Italia e dalla Spagna. Ci sono due comunità: una a Nantes con il "Centro di Spiritualità e Studi" e l'altra comunità in una parrocchia a Angers. Vi è inoltre un eremo a Villefranche de Rouergue dove vive un eremita. Questo eremo è aperto a quei Carmelitani che desiderano trascorrere un tempo di riflessione o per un ritiro personale. 

L'Ordine Carmelitano è stato ristabilito in Francia nel 1985 dopo la sua completa scomparsa durante la Rivoluzione francese.  

CITOC - online Su



NOMINATO IL NUOVO AMMINISTRATORE DELLE EDIZIONI CARMELITANE


P. Evaldo Xavier Gomes, O.Carm., membro della Provincia di Rio de Janeiro, è stato nominato Amministratore delle Edizioni Carmelitane, la casa editrice dell’Ordine a Roma.

P. Evaldo che ha professato nel 1997, attualmente studia a Roma per il dottorato in Utroque Iure (Diritto Civile e Canonico). Risiede presso il Centro Internazionale di Sant’Alberto, sede delle Edizioni Carmelitane. P. Evaldo sostituisce il P. Antonio Ruiz Molina, O.Carm., rientrato nella sua Provincia lo scorso agosto per altri impegni.

Le Edizioni Carmelitane furono istituite dal Capitolo Generale nel 1995, come casa editrice della Curia Generale e dell’Institutum Carmelitanum. Il sito delle Edizioni Carmelitane, che agevola l’acquisto di libri via internet, è stato recentemente inaugurato: www.carmelitani.info/edizioni. 

CITOC - online Su



LE DIFFICOLTÀ DEI CARMELITANI NEL CONGO


I religiosi carmelitani della comunità parrocchiale di Nioka (regione Ituri della Repubblica democratica del Congo) hanno iniziato l’anno 2003 in fuga notturna dalla loro casa, saccheggiata. La comunità è formata dai Padri Mario Serra, François Alirac e Guillaume Parug’a minacciati di morte dai guerriglieri U.P.C. Qualche giorno fa ci è arrivata la notizia che i due padri nativi del Congo hanno potuto rientrare in casa, accompagnati da un delegato del Vescovo e dall’amministratore civile del territorio, accolti dall’entusiasmo dei fedeli. Altro motivo di speranza è l’iniziativa presa da vescovi dalla fascia orientale del paese unitamente ai superiori religiosi di riunirsi per concordare un piano commune per la pace della zona.

Il Padre Provinciale Claudio Bellotti estende l'invito alla preghiera per la nostra comunità di Bunia, la quale si trova in serie difficoltà a causa dell'occupazione della città di Bunia da parte dei ribelli ugandesi. Ciò comporta una serie di difficoltà che potete anche voi immaginare, tra l'altro: tanti profughi nel nostro convento.

CITOC - online Su



NUOVI SITI WEB CARMELITANI


Canada
Our Lady of Peace Lay Carmelite Community in Etobicoke, ON  

Italia
Aiutare per Promuovere Associazione Padre Carlo Colelli  
Congregazione Suore Carmelitane Missionarie di S. Teresa del Bambino Gesù, Roma  
Il Monastero del Monte Carmelo, Vetralla  

OLanda
Karmelklooster - Amstelveen  
Karmel - Boxmeer  

Spagna
Escapulario del Carmen - Revista  

Stati Uniti
The Corpus Christi Carmelites, Kearney, NE  

Su



NUOVO PROFESSORE STRAORDINARIO ALLA PONTIFICIA UNIVERSITÀ GREGORIANA


Il Prefetto della Congregazione per l’Educazione Cattolica del Vaticano, S.E. il Card. Zenon Grocholewski, il 29 Novembre 2002, ha concesso la sua approvazione per promuovere P. Mark Attard, O.Carm., da Professore aggiunto a Professore straordinario presso la Pontificia Università Gregoriana a Roma.

Il 6 dicembre 2002 ha firmato la nomina il Superiore Generale della Società di Gesù (Gesuiti), in qualità di Gran Vice Cancelliere della Pontificia Università Gregoriana.

P. Mark, membro della Provincia Maltese, professore all’Università Gregoriana dal 1971, è al momento Priore del Centro Internazionale di Sant’Alberto (Roma), Delegato Generale per la Cultura per l’Ordine Carmelitano, e professore di Teologia Morale in diverse università a Roma. È stato Procuratore Generale dell'Ordine Carmelitano dal 1983 al 1995.

CITOC - online Su



"IL PROGETTO ROMANIA"


Il 3 agosto 2002, Mons. Petru Gherghel, Vescovo di Iasi (Romania), ha consacrato la nuova chiesa carmelitana dedicata alla Nostra Signora del Monte Carmelo e al Profeta Elia. Inoltre ha benedetto il Centro di Spiritualità Carmelitano. Entrambi sono situati in Luncani, Romania, e sono stati costruiti dalla Provincia Italiana dei Carmelitani sotto la direzione del P. Tiberio Scorrano, O.Carm.

Presente anche il Vescovo Ausiliare, Mons. Aurel Perca, il Priore Generale, P. Joseph Chalmers, il Consigliere Generale per la Regione Mediterranea, P. Rafael Leiva Sánchez, il Priore Provinciale della Provincia Italiana, P. Claudio Bellotti, la Superiora Generale delle Suore Carmelitane Missionarie di S. Teresa del Bambino Gesù, Sr. Beatrice Minieri, la Provinciale, Sr. Donatella Cappello, i Carmelitani della Provincia Italiana (compresi molti studenti rumeni), il pastore ortodosso di Luncani, il sindaco, numerose religiose, molti sacerdoti e fedeli. Presente anche il sacerdote Petru Mares, che è stato responsabile dell'arrivo dei Carmelitani in Romania.

Il Monastero Carmelitano, Romania

Tutto il complesso, denominato "Monastero Carmelitano", è stato realizzato con l'intento di ospitare gruppi di pellegrini devoti della Madre di Dio e del Profeta Elia. C'è disponibilità per ritiri. Il monastero è situato a 15 chilometri da Bacau, lungo la strada per Moinesti, nella zona di Luncani, a due chilometri verso i boschi. La casa per ritiri ha venti stanze, una sala per conferenze, una sala da pranzo e varie stanze per incontri di piccoli gruppi.
La Domenica 9 febbraio 2003, nella parrocchia carmelitana di S. Maria Regina Mundi (Roma), P. Jozif Farcas, il primo Carmelitano della Romania, è stato ordinato sacerdote da Mons. Giuseppe Mani, Vescovo Castrense. Hanno concelebrato una trentina di sacerdoti, in gran parte carmelitani. La Provincia Italiana ha progettato una presenza carmelitana in Romania da una diecina di anni.

CITOC - online Su



LE EREMITE CARMELITANE DI MONTELURO (ITALIA)


La Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e Società di Vita Apostolica, con decreto del 1 gennaio 2003 ha aggregato "pleno iure" all'Ordine Carmelitano un gruppo di eremite che sono in diocesi di Pesaro (Italia). La Congregazione ha contestualmente approvato anche le loro Costituzioni.

Il Priore Generale, P. Joseph Chalmers, riceverà nelle sue mani la Professione Solenne della Priora il 30 marzo 2003. Altre due religiose, già da anni viventi in questo eremo, emetteranno la Professione Solenne nelle mani della Priora. L'ultima entrata emetterà la sua Professione Temporanea.

Questa è stata la seconda comunità di eremiti aggregata all'Ordine Carmelitano in pochi mesi (vedi sotto). L'eremo delle Eremite Carmelitane di Monteluro è situato in Via Stroppato, 1, 61010 Tavullia (PU), Italia. Tel & Fax: 0721 476004; E-mail: carmelitanemonteluro@libero.it

CITOC - online Su



NUOVE SPERANZE DI RITROVARE TRACCE DELLA "SAGRA DEL CARMINE" AFFRESCATA DA MASACCIO


Più volte, nei secoli scorsi, sono stati fatti tentativi, nel chiostro del convento del Carmine a Firenze, di ritrovare l’affresco con cui Masaccio, subito dopo il 19 Aprile 1422, giorno della solenne consacrazione della chiesa conventuale, raffigurò "sopra la porta donde si va in chiesa" una "storia maravigliosa" (A.Manetti) "e vi ritrasse infinito numero di cittadini" (G.Vasari).

I tentativi erano motivati da quanto asseriva Giovanni Cinelli nel libro Le Bellezze della Città di Firenze, nella seconda metà del ‘600, e cioè che i lavori di trasformazione del vecchio chiostro avvenuti ai primi del secolo non avevano distrutto la Sagra ma l’avevano semplicemente nascosta "dietro ad una parete". Nelle ricerche che di conseguenza sono state eseguite più volte nel chiostro sono stati controllati tutti i lati della chiesa, demoliti i soprammuri, tolti gli intonaci. Sono apparsi due affreschi, testimonianza che in effetti dietro ai nuovi muri potevano celarsi antichi dipinti, ma non è stata trovata la Sagra, che, anzi, dopo tali infruttuosi tentativi, è stata considerata ufficialmente perduta.

Un affresco del Masaccio nella chiesa carmelitana, Firenze

Uno studioso fiorentino, Divo Savelli, scrivendo una monografia sul celebre affresco di Masaccio, pubblicata nel 1998, ha cercato, per completezza d’informazione, di indicare almeno il luogo preciso in cui il dipinto era stato eseguito e si è accorto che, proprio per le trasformazioni seicentesche, la prima parte dell’antico chiostro si presenta ora come lungo androne d’ingresso, e come tale è sfuggita a tutte le ricerche finora fatte, che si sono concentrate, secondo quanto dicevano le antiche fonti, nel chiostro. Evidente che, a questo punto, per poter dire che le ricerche potevano considerarsi veramente concluse, occorreva controllare anche tale residua parte del lato esterno della chiesa.

Questa segnalazione ha fatto si che sin dal 1999 sono cominciate nuove indagini preliminari con la termografia e il georadar che hanno dato risultati estremamente incoraggianti per successivi interventi sulla parte muraria atti a verificare la sussistenza di eventuali tracce dell’affresco.

Lo studioso ha inoltre messo in relazione la possibilità che la Sagra potesse essere stata dipinta nel punto dove attualmente viene cercata con quanto appare in una placchetta d’argento del ‘400, attribuita a Leon Battista Alberti, che, sia pur illustrando tutt’altro episodio religioso, conterrebbe la prima contestualizzazione della Sagra, con la facciata della chiesa del Carmine sulla destra e gli apparati scenografici della piazza, che, nell’edificio frontale, ricordano la scena centrale della Sagra così come apparirebbe in un disegno conservato nelle Gallerie dell’Accademia di Venezia.

A conclusione delle celebrazioni del 6° Centenario della nascita di Masaccio, la soluzione dell’antico dubbio sull’esatta ubicazione della Sagra con la possibilità che se ne trovino ancora tracce, sarebbe il risultato più bello.

Prof. D. Savelli di Firenze Su



LA VENERABILE MADRE M. CROCIFISSA CURCIO


Il 20 dicembre 2002, il Sommo Pontefice Giovanni Paolo II ha proclamato le Virtù Eroiche di Madre M. Crocifissa Curcio, fondatrice della congregazione Suore Carmelitane Missionarie di S. Teresa del Bambino Gesù attribuendole così il titolo di Venerabile.

La Venerabile Madre M. Crocifissa Curcio

Con questo atto il Papa ha dichiarato ufficialmente la santità di Madre Crocifissa additandola quale modello ed esempio alla Chiesa. Il riconoscimento del presunto miracolo ottenuto per sua intercessione e attualmente in esame presso la congregazione delle Cause dei Santi, sarà solo una conferma di questa santità e l’ultimo atto immediatamente precedente la beatificazione che ormai appare davvero prossima.

La Venerabile Madre M. Crocifissa Curcio nacque il 30 gennaio 1877 a Ispica (Rg). Fin dall’adolescenza avvertì in sé la chiamata a seguire radicalmente Cristo che, attraverso la tenera Madre del Carmelo, le affidava il progetto divino di far rifiorire il Carmelo nel suo paese e in molti altri. Come tutti i santi, anche M. Crocifissa per realizzare questo disegno conobbe innumerevoli prove e sofferenze prolungatesi per lunghissimi anni, fino a quando l’incontro provvidenziale con il carmelitano, P. Lorenzo van den Eerenbeemt le permise di dar vita ad un piccolo Carmelo missionario in S. Marinella, diocesi di Porto S. Rufina (Roma).

Già alla sua morte, avvenuta il 4 luglio 1957, la congregazione da lei fondata a favore della gioventù povera o comunque bisognosa, era presente, oltre che in varie comunità d’Italia, in Brasile e a Malta. In seguito le Carmelitane missionarie hanno continuato questa espansione in altri continenti aprendo comunità in Canada, Tanzania, Filippine e Romania.

Da ora in avanti siamo tutti chiamati ad intensificare la preghiera per affrettare il momento della sua beatificazione e a chiedere il sostegno della sua intercessione perché accompagni e offra al Signore ogni richiesta di aiuto, di conforto e di grazia.

Sr. Gloria Conti, SCMTBG Su



I CARMELITANI E I CARMELITANI SCALZI SI UNISCONO PER COSTITUIRE UN'ASSOCIAZIONE DI STUDI MARIANI


Si costituirà un'Associazione di Mariologi Carmelitani (AMARCARM) per promuovere la ricerca scientifica su Maria, Madre di Gesù, all'interno del contesto della tradizione carmelitana. La decisione è stata presa nel corso di una riunione tenuta il 12 dicembre 2002 dai due Consigli Generali O.Carm., OCD. Ogni Ordine nominerà dodici membri appartenenti ai suoi vari rami.

Anche se i dettagli legali dell'Associazione devono essere ancora risolti, i due Consigli hanno preso questa decisione dopo aver ascoltato la Commissione Mariologica O.Carm-OCD nominata dai due Consigli Generali nella riunione congiunta del maggio 2002.

L'Associazione dovrà stabilire i criteri teologici per lo studio della pietà carmelitana mariana, con una speciale attenzione all'orientamento pastorale della Chiesa e del Carmelo. Si chiede inoltre di promuovere i vari aspetti degli studi mariologici, particolarmente fra i giovani in formazione e quanti sono nella formazione permanente.

CITOC - online Su



EREMITI AMERICANI INCORPORATI NELL'ORDINE CARMELITANO


La Curia Generalizia dei Carmelitani ha ricevuto la notifica ufficiale da parte della Congregazione per gli Istituti di Vita Religiosa e le Societá di Vita Apostolica che il 9 novembre 2002 gli Eremiti Carmelitani di Christoval, Texas (USA), sono stati incorporati nell'Ordine Carmelitano.

Gli eremiti della Beatissima Vergine Maria del Monte Carmelo

Gli Eremiti della Beatissima Vergine Maria del Monte Carmelo (Hermits of the Most Blessed Virgin Mary of Mount Carmel), affiliati all'Ordine Carmelitano l'8 dicembre 1999, è stata fondata dal P. Fabian Rosette. Anche se la comunità è attualmente piccola, il fondatore ha grande speranza e fiducia nel futuro dell'ermo.

Il Priore Generale, P. Joseph Chalmers, O.Carm., celebrerà questo evento con una Celebrazione Eucaristica all'Eremo di Christoval domenica, 27 aprile 2003.

CITOC - online Su

image

Precedente | Su | Successiva | Le Novità | Mappa del Sito | Home Page
  Ricerca | Libro dei Visitatori | Mailing List | Web Master

Ultima revisione: 26 marzo 2003